05 Agosto 2015 |

Aneto, tutte le proprietà e gli usi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Tra gli usi e le proprietà dell’Aneto troviamo quelli sulla salute dell’apparato digerente, il sollievo contro l’insonnia, contro il singhiozzo, la diarrea, i disturbi mestruali e altri. Alleato dell’igiene orale, aiuta a proteggere dalla decalcificazione ossea dovuta all’osteoporosi. E’ anche un anti-infiammatorio e può proteggere contro l’artrite. Inoltre, aiuta a ridurre l’eccesso di gas intestinali ed è un Carminativo tra i più efficaci. Vediamo uno per uno i benefici della pianta di Aneto!

Scientificamente conosciuto come Anethum Graveolens, l’Aneto è stato utilizzato per usi culinari e medicinali per centinaia di anni. Sia i semi che le foglie dell’Aneto hanno molte proprietà medicinali.

Questa erba è utilizzata in quasi tutti i continenti come condimento di numerosi piatti, ma soprattutto in campo erboristico e può essere facilmente coltivata in casa nei periodi caldi e in posti soleggiati.

I benefici e le proprietà dell’Aneto derivano dal suo contenuto di vitamine e minerali quali i monoterpeni come limonene, carvone e al contenuto di flavonoidi come vicenin e kaempferol. Per quanto riguarda le vitamine e i minerali, l’Aneto ha una notevole quantità di vitamina A e vitamina C, nonché tracce di folato, ferro e manganese.

Usi per la salute dell’Aneto

Digestione: gli oli essenziali di aneto sono stimolanti e attivano la secrezione della bile e dei succhi gastrici. Questi oli stimolano anche il movimento peristaltico dell’intestino, facilitando i movimenti intestinali e la cura della costipazione.

Insonnia: gli oli essenziali contenuti nelle erbe hanno proprietà peculiari e potenti. Sono contemporaneamente stimolanti, sedativi e ipnotici. Gli oli essenziali di aneto, non fanno eccezione stimolando il sonno e favorendo fortemente un buon riposo.

Calcio: l’aneto previene e combatte la perdita di densità minerale ossea, dimostrandosi così un potente alleato contro l’osteoporosi.

Diabete: l’aneto è stato studiato negli effetti benefici nella cura del diabete e la gestione dei livelli di insulina. Nonostante i pochi dati ancora a disposizione, gli studi hanno indicato che l’aneto è davvero efficace nella gestione dell’insulina nel sangue.

Aerofagia: noto carminativo, può aiutare a prevenire e combattere i gas in eccesso nella pancia e nell’intestino. Aiutare il gas in eccesso ad uscire dal corpo ha benefici su tutti gli altri organi oltre a togliere il fastidio che questo stato può provocare.

Singhiozzo: per lo stesso motivo di cui sopra, l’aneto combatte il singhiozzo perchè aiuta il gas intrappolato nella pancia a uscire liberando stomaco e intestino.

Disturbi mestruali: i flavonoidi presenti nell’olio essenziale di aneto stimolano la secrezione di alcuni ormoni che aiutano a mantenere il ciclo mestruale regolare e sano.

Altri benefici: l’aneto è un rilassante, favorisce l’espulsione delle tossine e del sodio in eccesso, combattendo la ritenzione idrica. Stimola l’allattamento e le secrezioni endocrine, migliora la libido grazie alla presenza di arginina e, ultimo ma non meno importante, assicura favorisce la salute dentale dal momento che è una buona fonte di calcio.

Usi dell’aneto in cucina

Il gusto e l’odore dell’aneto sono inconfondibili. Questa pianta, simile per certi versi al finocchio, si sposa perfettamente con le verdura, ma anche con carne e pesce, diventando parte integrante di marinature, intingoli, puree, condimenti, mix aromatici e salse. E’ la classica erba che si usa per marinare i cetrioli!

L’aneto è così saporito e profumato che può sostituire il sale in cucina, garantendo un ottimo risultato in quanto a gusto. Infatti con l’aneto è possibile realizzare marinature molto interessanti, ad esempio sistemando verdure tagliate sottili all’interno di una teglia su carta da forno.