10 Marzo 2011 |

La vitamina E: le proprietà e gli alimenti che la contengono

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quella che noi comunemente chiamiamo vitamina E in realtà è una complessa famiglia di sette molecole liposolubili (ovvero che si sciolgono nei grassi e negli oli) chiamati tocoferoli. Di questi, la molecola con maggiori proprietà biologiche è il tocoferolo alpha.

Ma quali sono le funzioni della vitamina E nel nostro organismo? Principalmente la vitamina E ha proprietà antiossidanti, fa parte quindi degli alimenti anti-aging che ci proteggono dai radicali liberi. Fare il pieno di vitamina E è quindi importante per prevenire l’invecchiamento precoce, ma non solo. Fra le proprietà della vitamina E c’è anche la capacità di proteggere il nostro corpo dall’arteriosclerosi e dalle più comuni malattie cardiache, la vitamina E aiuta infatti a combattere il colesterolo cattivo.

Un’altra funzione della vitamina E è quella di rafforzare il sistema immunitario, la vitamina E infatti ha una potente azione immuno-stimolante. Infine mangiare sano e consumare le corrette quantità di vitamina E può aiutare anche a prevenire l’insorgenza del cancro.

Detto ciò è utile sapere quali sono gli alimenti più ricchi di vitamina E. Gli alimenti che contengono in abbondanza vitamina E sono:

  • l’olio di germe di grano
  • l’olio extra vergine di oliva crudo
  • gli oli estratti da semi (arachidi, mais, girasole) consumati a crudo
  • l’olio di soia
  • i frutti oleosi come le olive, le mandorle, le noci, le nocciole, i pistacchi, gli anacardi, l’avocado
  • alcuni cereali come le germe e la crusca di frumento (la vitamina E si perde però nel processo di macinazione del grano)
  • alcuni formaggi come il parmigiano ed il pecorino
  • alcuni pesci come l’anguilla

Il fabbisogno giornaliero di vitamina E consigliato è attorno a 8 milligrammi al giorno, e per le donne non dovrebbe scendere al di sotto dei 3 milligrammi al giorno. Attenzione però perché come tutte le sostanze anche la vitamina E può avere degli effetti collaterali e delle controindicazioni, evitate quindi di abusarne. Inoltre preferite sempre il consumo di vitamina E naturale rispetto a quella contenuta negli integratori alimentari.