Insolazione, sintomi e rimedi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

E’ molto comune durante i mesi più caldi dell’anno, quelli in cui la gente va in vacanza e passa molto tempo al mare o comunque all’aria aperta. Ecco come prevenire e combattere l’insolazione.

Il sole ha tanti benefici, ma anche qualche effetto collaterale se ci esponiamo durante le ore più calde della giornata. Malattie della pelle? Anche, ma uno dei più imminenti disagi dell’esposizione prolungata senza dubbio è l’insolazione, un surriscaldamento della temperatura corporea che manda il nostro corpo in ipertermia, condizione in cui l’organismo non è più in grado di regolare il calore interno con la sudorazione: in questi casi uno dei primi sintomi è la febbre, ma il rischio, nelle situazioni più gravi, è quello di danneggiate le funzioni vitali del nostro organismo.

Sintomi dell’insolazione

Di solito si manifesta con un calore eccessivo percepito sulla pelle a cui subentra poi la febbre che mediamente si mantiene sui 38° ma può anche arrivare a 40°. Sulla pelle potrebbero formarsi eritemi e bolle, con conseguente sensazione di prurito, formicolio e bruciore. Tra i sintomi più comuni ci sono anche mal di testa, eccessiva fiacchezza, lacrimazione o fotofobia per quanto riguarda gli occhi, vertigini e addirittura svenimenti, sete, nausea e vomito.

Rimedi

In genere l’insolazione, o almeno i suoi sintomi, hanno una durata abbastanza breve, anche poche ore, ma ovviamente dipende dalla durata dell’esposizione, per cui potreste continuare a patire qualche effetto collaterale anche dopo qualche giorno. Ma quali sono i rimedi contro l’insolazione? Innanzitutto non appena cominciate a percepire questa strana sensazione di sofferenza a causa del calore, la prima cosa da fare è mettersi all’ombra e bere tanta acqua fresca. Nel caso in cui subentrino sintomi come febbre e nausea potete utilizzare la Tachipirina per abbassare la temperatura, ma se la situazione è particolarmente preoccupante o percepite mancamenti, meglio rivolgersi ad una guardia medica che provvederà in modo adeguato alla disidratazione.

Prevenire l’insolazione

Indubbiamente non possiamo certo dirvi di non prendere il sole, ma di prendere la tintarella a piccole dosi e di non esporsi  durante le ore di punta. Se siete in vacanza e passate la maggior parte del tempo all’aperto meglio prediligere abiti leggeri e indossare un cappello, e mettete in borsa una bottiglietta d’acqua per rinfrescarvi.

Potrebbe interessarti anche