29 maggio 2014 |

Mal di schiena, le posizioni per dormire bene

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Supini, di lato, rannicchiati, a pancia in giù: come possiamo prendere sonno evitando di aggravare i dolori lombari e cervicali? Quali sono le posizioni migliori e quali accorgimenti tenere per rilassare la spina dorsale durante le preziose ore di riposo? Sappiamo che il sonno è fondamentale per il nostro benessere psicofisico ed è quindi importante creare le condizioni ideali per dormire bene e risvegliarsi davvero ritemprati.

Se soffri di mal di schiena in vari punti della spina dorsale, oltre alle posizioni corporee da tenere durante la notte, è importante considerare anche altri fattori, quali il tipo di cuscino, il materasso e la struttura del letto. Tutti questi elementi contribuiscono al nostro benessere ed è quindi importante considerare ogni singolo elemento.

Le posizioni migliori per dormire

Quali sono le posizioni migliori per dormire bene per evitare il mal di schiena?

  • Posizione supina: quella a pancia in sù è di gran lunga la posizione migliore, ideale per dormire perché garantisce l’allineamento corretto della colonna vertebrale. Aiuta a mantenere la postura naturale della testa, del collo e della spina dorsale, senza forzare la schiena creando curve extra. È fondamentale la scelta del guanciale che deve avere una giusta altezza per non sovraccaricare il collo e una consistenza abbastanza morbida da sostenere testa e collo naturalmente. Inoltre se la testa è sollevata, lo stomaco sarà sotto l’esofago e in questo modo si eviterà il reflusso dei succhi gastrici. Se soffri di lombalgia e ti piace dormire supina, puoi posizionare un cuscino sotto le ginocchia per avere un sollievo dal dolore. Curiosità per noi donne: il sonno da supini aiuta inoltre a prevenire le rughe perché nulla preme sul viso e il peso del seno è interamente supportato dai pettorali.
  • Sul fianco: dormire di lato è la seconda miglior posizione perchè permette di prevenire i dolori al collo e il mal di schiena visto che la spina dorsale si distende per tutta la sua lunghezza. Risulta ottimale per chi soffre di riflusso gastrico e aiuta a russare di meno (unico neo della posizione supina vista prima). La scelta del cuscino è altrettanto importante poichè deve essere abbastanza alto così da avere uno spessore tale da riempire lo spazio sopra la spalla; in questo modo la testa ed il collo saranno supportati in una posizione neutrale senza sforzo alcuno. Se soffri di dorsalgia e ami dormire sul fianco, puoi inserire un cuscino tra le gambe per sentire meno fastidio. Curiosità per noi donne: dormire sul lato durante la gravidanza è la posizione migliore perchè aiuta la circolazione sanguigna. Allo stesso tempo però dormire di lato e quindi tenere il volto schiacciato contro il cuscino, favorisce la formazione di rughe e danneggia la tenuta del seno.
  • In posizione fetale: dormire rannicchiati in posizione fetale, è una pratica molto diffusa che però può causare molti dolori articolari al collo e alla schiena in generale. Questo modo di dormire, inoltre, limita la respirazione diaframmatica. Se proprio non riuscite a farne a meno cercate di tenere le gambe stese e non piegate. Scegliete un cuscino alto, come quello usato per la posizione laterale, per dare alla testa e al collo il supporto necessario per mantenere una postura naturale. Curiosità per noi donne: dormire con le ginocchia al petto aiuta a russare meno ma porta alla formazione prematura di rughe sul viso e favorisce l’abbassamento del seno.

La posizione sconsigliata per il mal di schiena

La posizione peggiore per il mal di schiena è dormire a pancia in giù, in posizione prona. Dormire proni rende difficile mantenere la propria colonna vertebrale allineata in modo naturale, tendendo a creare un’incurvatura della spina dorsale. Rimanendo stesi in questo modo si esercita una pressione sulle articolazioni e sui muscoli che può arrivare ad irritare i nervi, provocando dolore, intorpidimento e formicolio agli arti. Si consiglia l’uso di un cuscino sottile e basso così da evitare di accentuare l’incurvatura della schiena. Se quella prona è l’unico modo in cui riesci a dormire, prova a mettere un cuscino sotto il bacino per alleviare l’effetto curvatura. Curiosità per noi donne: tale posizione aumenta lo sviluppo di rughe e danneggia la tonicità del seno ma aiuta a non russare.

Leggi anche:

Claudia S.

Potrebbe interessarti anche