Bruciore di stomaco, cause e rimedi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il bruciore di stomaco è un fastidio che, prima o poi, colpisce tutti. Le cause possono essere tante e spesso arrivare ad una diagnosi completa e definitiva è un percorso lungo e complicato. Esami strumentali e un po’ invasivi, come la gastroscopia, possono fornire molte preziose informazioni, ma prima di arrivare a questo possiamo cercare di risolvere il problema modificando l’alimentazione e ricorrendo a rimedi naturali.

Bruciore di stomaco, da cosa deriva?

Che si chiami bruciore, pirosi o acidità, tutti sappiamo cos’è: una sensazione di bruciore, appunto, che dallo stomaco risale verso la bocca. le cause possono essere tante e diverse tra loro:

  • stress
  • assunzione di farmaci particolari, come gli antibiotici
  • pasti troppo abbondanti
  • intolleranze alimentari
  • assunzione esagerata di alcolici
  • ansia
  • ulcera
  • gastrite
  • reflusso gastroesofageo
  • ernia iatale

L’elenco è molto lungo e, a volte, il fattore che causa il bruciore non è uno solo, ma una concatenazione di più elementi.

Bruciore di stomaco, i rimedi naturali

Se gli episodi sono sporadici, a ben riflettere, potete scoprirne la causa con facilità (abbuffate di cibi poco salutari, molto caffè, eccetera); vi basterà poi correggere quel comportamento per risolvere il problema. Se, però, volete ricorrere ai rimedi naturali, sappiate che ce ne sono diversi, e sono:

Qualsiasi altro rimedio medicinale va assunto in accordo con il proprio medico, poiché esacerbare questi disturbi diventa molto facile. per non complicare la situazione è meglio evitare il fai da te.

Bruciori di stomaco, cosa mangiare

Una dieta corretta, in caso di bruciore di stomaco, è fondamentale. Vanno evitati tutti quei cibi e bevande che possono irritare la muscosa gastrica, come:

  • caffè
  • alcolici
  • cacao
  • agrumi
  • fritti
  • pomodori
  • insaccati
  • formaggi stagionati
  • bevande gassate
  • chewing gum
  • brodo di carne

E’ bene mangiare spesso, suddividendo i pasti in piccole porzioni da consumare ad orari regolari. Mangiare lentamente, masticare con la bocca chiusa per evitare di ingerire aria aiuta a far regredire il bruciore. Va limitato anche il fumo. Gli alimenti consigliati sono:

  • carne bianca
  • pesce magro, come il merluzzo e la sogliola
  • verdure come cavolo, broccoli, cavolfiore, finocchi, insalate
  • banane
  • melone
  • riso
  • sedano

La cottura dei cibi deve essere light, per permettere allo stomaco di digerire più facilmente; largo dunque alla cottura al vapore e al cartoccio. Evitate di cuocere la carne sulla piastra, la parte “bruciacchiata” non aiuta il bruciore. Condite con un cucchiaino di olio a crudo ed evitate limone e aceto; il latte può essere consumato, ma solo se parzialmente scremato o scremato. Il pane fresco potrebbe creare dei fastidi, quindi prima di consumarlo passatelo in forno per asciugarlo un po’.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche