Celiachia, test e diagnosi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo segale, spelta e triticale. Più specificamente, la celiachia è una malattia autoimmune dell’intestino tenue che si verifica in soggetti geneticamente predisposti.

Sintomi della Celiachia

Per quanto riguarda la sintomatologia, ci sono vari gradi di celiachia e più tipi di manifestazione: con i sintomi, con sintomi lievi e senza i sintomi. E’ molto difficile riconoscere i sintomi blandi mentre quelli della celiachia cronica sono fortemente riconoscibili e sono: diarrea, crampi addominali, ulcere alla bocca, perdita di peso o  aumento di peso.

Nei casi più lievi, associati ai fastidi intestinali, si presenta più la stanchezza e l’anemia. Spesso il celiaco soffre anche di sindrome del color irritabile.

Altri sintomi possono riguardare una specifica dermatite detta erpetiforme, alterazione dei test di funzionalità epatica e ricorrenti aborti senza causa apparente.

Test e diagnosi della Celiachia

  1. La celiachia viene diagnosticata attraverso un test ovvero esami del sangue specifici che mettono a confronto diversi livelli di anticorpi che il corpo produce in risposta alla malattia. Tali esami del sangue inoltre, considerano anche altri valori come le carenze di ferro, di acido folico, di vitamina B12, bassi livelli di calcio, spesso causata da ridotti livelli di vitamina D.
  2. Il test Anti-transglutaminasi, invece, punta alla rilevazione degli anticorpi di classe IgA ed è altrettanto preciso e affidabile. In commercio esiste anche un test eseguibile in casa e in modo autonomo, lo Xeliac che è prodotto da Eurospital.
  3. La diagnosi più accurata è però quella che si ottiene grazie a una endoscopia del duodeno. Quest’ultima mette in evidenza perfettamente l’esistenza di una sindrome celiaca ed esclude anche la confusione tra Celiachia e intolleranza al glutine.

Potrebbe interessarti anche