18 aprile 2014 |

Artrite e osteoartrite, i rimedi naturali

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

L’artrite è una patologia che colpisce le giunture articolari, come gomiti, ginocchia e dita, soprattutto nelle donne, e può presentarsi in modi differenti poiché può essere causata da diversi fattori o problematiche. Non è assolutamente vero che colpisce solo le persone anziane, ma è evidente che può peggiorare con il passare degli anni o aggravarsi se la patologia si sviluppa già nella fase giovanile. Molti dei sintomi dell’artrite sono simili a quelli dell’artrosi, patologia che invece è assolutamente legata alla fase senile ed è una malattia degenerativa cronica, al contrario dell’artrite che è una malattia infiammatoria che può colpire soggetti di tutte le età.

Come si previene l’artrite

Come nel caso di tutte le patologie che hanno a che fare con ossa e muscoli, l’alimentazione senza dubbio gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione, ecco perché dovremmo consumare quotidianamente alimenti ricchi di calcio come latte, verdure, frutta, legumi e pesce.

Rimedi naturali per combattere l’artrite

Anche in questo caso partiamo dall’alimentazione: meglio evitare alimenti a base di grano soprattutto se si conduce uno stile di vita sedentario, e niente alimenti troppo zuccherati. Portiamo in tavola, invece, quegli alimenti che ostacolano l’artrite come il cavolo verza, il broccolo e i crauti. Seguite una dieta sana ed equilibrata ricca di pesce, ad eccezione dei crostacei, di frutta e in particolare di mele da mangiare rigorosamente con la buccia, carote, spinaci e sedano.

L’attività fisica, e il medico ce lo ripete sempre, fa molto bene alla salute, e a maggior ragione a chi ha problemi di obesità: è chiaro, il peso influisce su questo tipo di patologie, quindi prendiamoci del tempo per staccare la spina e rimetterci in forma, non per una questione estetica, ma per un fatto propriamente salutare.

Tisane e bevande

Uno dei trattamenti più efficaci per combattere gli stati dolorosi è il succo di patata cruda. Basta tagliere a pezzettini una patata, mettere i pezzetti in un bicchiere con acqua fredda e lasciare riposare per tutta la notte. L’acqua andrà bevuta al mattino, a stomaco vuoto o a limite a pranzo diluita nel brodo.

Un’altra bevanda molto salutare per chi soffre di questa patologia è il succo a base di carote, sedano e barbabietola rossa. In alternativa provate anche con un infuso di semi di lino, un cucchiaio diluito in un bicchiere d’acqua da lasciare a riposo un’intera notte e da bere ’indomani.

Potrebbe interessarti anche