19 Dicembre 2013 |

Ritenzione idrica: come drenare i liquidi in eccesso

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Prevenire la ritenzione idrica

Arrivano le festività, e con esse, le grandi mangiate. E in men che non si dica ci ritroviamo gonfie, appesantite, con qualche chilo di troppo. Una delle esigenze più frequenti delle donne è quella di drenare i liquidi in eccesso, che l’organismo trattiene. Vediamo allora più da vicino che cos’è la ritenzione idrica e come contrastarla.

La ritenzione idrica è un disturbo che colpisce soprattutto le donne e consiste nella tendenza da parte dell’organismo a trattenere liquidi, che ristagnano generalmente nelle zone dove si accumula maggiormente il grasso (ventre, fianchi, cosce e glutei). Causa della ritenzione idrica è uno stile di vita scorretto, fondato su abitudini sbagliate perpetuate nel tempo. Solo raramente la ritenzione idrica è da imputarsi a patologie (disfunzioni, infiammazioni, allergie…).

La ritenzione idrica si manifesta con la presenza di edemi, ovvero rigonfiamenti più o meno spessi dei tessuti dovuti proprio all’accumulo di liquidi, uniti a numerose tossine. Esiste un test molto facile ed immediato per capire se soffriamo di ritenzione idrica: premere con forza il pollice sulla coscia per qualche secondo. Una volta tolto il pollice, se resta visibile l’impronta, siamo in presenza di ritenzione idrica.

La cura (e la prevenzione!) della ritenzione idrica si basa sulla adozione di uno lo stile di vita salutare. anno eliminati o ridotti: fumo, alcool, sale, farmaci, caffè, abiti stretti, tacchi alti. E’ importante inoltre contrastare il sovrappeso.

Da adottarsi invece: un’alimentazione corretta ed equilibrata, attività fisica regolare e costante e grandi quantità di acqua. La dieta, in particolare, deve essere ricca di frutta e verdura di stagione (in particolare di acido ascorbico, vitamina c, che protegge i capillari sanguigni) e di fibre. Il movimento deve essere praticato con regolarità e costanza, così da favorire benefici reali e duraturi sulla circolazione e sull’intero organismo. Oltre ad abbondanti quantità di acqua (2 litri al giorno), sono consigliate anche tisane depurative e drenanti, con l’aggiunta di poco zucchero. Anche la pratica di sauna e bagno turco favorisce il drenaggio dei liquidi e l’eliminazione di tossine. Possono essere utili, infine, integratori che favoriscono il drenaggio dei liquidi.

Fonte: Antiaging Club

www.antiagingclub.it

Potrebbe interessarti anche