23 Giugno 2019 |

Tutto quello che volevi sapere sull’aceto di mele e che te lo farà amare in cucina e nella routine di bellezza quotidiana

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Aceto di mele, Foto Pixabay

L’aceto di mele è probabilmente uno dei più popolari e antichi rimedi di salute naturali usato praticamente ovunque. Oggi la scienza ci ha rivelato che effettivamente questo rimedio della nonna apporta interessanti benefici e quindi possiamo includerlo nella nostra alimentazione.

Che cos’è l’aceto di mele e quali sono le sue proprietà

L’aceto di mele è un alimento ottenuto dalla fermentazione del succo di mele: viene prodotto in un processo in due fasi.

Il primo passaggio espone le mele tritate (o il sidro di mele) al lievito, che fermentano gli zuccheri e li trasformano in alcol.

Nella seconda fase si aggiungono batteri alla soluzione alcolica, che fermenta ulteriormente l’alcol e lo trasformano in acido acetico – il principale composto attivo nell’aceto.

L’aceto di mele può contenere anche la “madre”, filamenti di proteine, enzimi e batteri amici che conferiscono al prodotto un aspetto torbido.

Alcune persone credono che la “madre” sia responsabile della maggior parte dei benefici per la salute, anche se al momento non ci sono studi per sostenerlo.

L’aceto di mele contiene solo circa tre calorie per cucchiaio.

Non presenta apprezzabili quantità di vitamine o minerali ma una discreta dose di potassio e alcuni aminoacidi e antiossidanti.

 

La scienza riconosce i benefici dell’aceto di mele

Il beneficio più importante dell’aceto di mele riguarda la sua capacità di abbassare i livelli di glicemia nel sangue.

Uno studio dell’Università americana pubblicato sul Journal of American Association of Diabetes nel 2004 ha dimostrato che nel caso di persone con insulino-resistenza e diabete di tipo 2 i valori della glicemia post prandiale dopo 60 minuti dall’assunzione di carboidrati complessi e dalla somministrazione di 20gr. di aceto di mele erano decisamente contenuti.

Tuttavia, i picchi di glicemia rappresentano un problema anche per le persone che non hanno il diabete poiché si ritiene che siano una delle principali cause di invecchiamento e di varie malattie croniche.

Praticamente tutti dovrebbero mantenere stabili i livelli di zuccheri e è stato dimostrato che l’aceto di mele aiuta a gestire meglio l’insulina.

L’aceto di mele favorisce la perdita di peso 

Diversi studi sull’uomo mostrano che l’aceto di mele aiuta a dimagrire poiché aumenta il senso sazietà, il che comporta che si assumano meno calorie con effetti benefici sulla perdita di peso.

Ma di quante calorie parliamo? Secondo uno studio condotto in Giappone siamo nell’ordine delle 200-275 calorie in meno a pasto.

C’è da precisare che lo studio è stato condotto per 3 mesi il che significa che la perdita di perso in generale è stata modesta perché ciò che conta è lo stile di vita abbinato alla dieta sana e equilibrata.

Nel complesso, sembra che l’aceto di mele sia utile come aiuto alla perdita di peso, principalmente promuovendo la sazietà e abbassando i livelli di zucchero nel sangue e di insulina. Ma da solo non basta,

Aceto di mele e contro la cellulite

Essendo un diuretico naturale che aiuta ad eliminare le tossine, drena i liquidi e aiuta a sgonfiarsi. Ecco perché, usato come condimento quotidiano, aiuta a smaltire la cellulite e a far sembrare la pelle più tonica.

Contro la cellulite esiste anche la ricetta del massaggio all’aceto di mele.

Ecco come si fa:

  1. Aggiungete un cucchiaio di prodotto alla vostra crema idratante e usatela per massaggiare le zone affette dalla cellulite. Dovete fare un massaggio circolare, in modo da riattivare la circolazione.
  2. Applicate due volte al giorno, la mattina dopo aver fatto la doccia e poi prima di andare a dormire.

Capelli forti, sani e lucidi

Utilizzato come alleato di bellezza, l’aceto di mele mantiene i capelli brillanti contrastando l’eccesso di sebo, la formazione di forfora e il prurito del cuoio capelluto:

Basterà aggiungerne un cucchiaio al normale shampoo per avere capelli brillanti.

Per avere capelli lucenti, districati e privi di forfora, aggiungete 1/3 di tazza di aceto di mele e 4 tazze di acqua e versate sopra i capelli dopo lo shampoo. Lasciate agire per qualche secondo e risciacquate con acqua fredda.

Skin care con aceto di mele

  • Per purificare la pelle, versate alcune gocce di aceto biologico su un batuffolo di ovatta e passatelo sul viso: eliminerà sebo e residui di sporco in pochi minuti aiutando a combattere l’acne. Risciacquate.

Sbiancante per i denti e contro l’alitosi

  • Un altro suggerimento è quello di usarlo per sciacquare o spazzolare i denti per renderli belli bianchi e prevenire la formazione del tartaro.
  • Fare i gargarismi ogni mattina. L’aceto di mele aiuta a rimuovere le macchie e grazie al suo effetto antibatterico naturale assicura l’igiene della bocca e delle gengive.

Quale aceto di mele acquistare

Prima di acquistare l’aceto di mele, è importante leggere sempre bene l’etichetta e dare la preferenza a quello prodotto da mele intere, e non da torsoli e bucce, preferibilmente di origine biologica per evitare di ingerire le sostanze tossiche che si possono accumulare nei frutti trattati con sostanze chimiche.

Va preferito l’aceto dall’aspetto torbido, perché un aceto troppo chiaro e trasparente in genere è stato troppo raffinato e ha quindi perso gran parte delle sue virtù.

Sì all’aceto di mele biologico a patto che rispetti le indicazioni sopra riportate.

Come assumere l’aceto di mele e quali sono le dosi giornaliere

La quantità necessaria di aceto di mele per dimagrire è di 15-20 ml al giorno, corrispondente a 2 cucchiai per tre mesi. Inutile dire che questo alleato della dieta, funzionerà meglio se associato ad uno stile di vita sano ed equilibrato in quanto, usare solo aceto di mele non basta affatto per dimagrire.

Controindicazioni dell’aceto di mele

Come tutti i rimedi naturali, anche l’aceto di mele non va mai usato senza il parere del proprio medico nei casi di gravi patologie accertate.

E’ sconsigliato in generale nelle cure fai da te poiché il suo consumo prolungato può indurre un abbassamento dei livelli di potassio nel nostro organismo.

Se ne sconsiglia l’uso ai soggetti con diabete poiché può influenzare la quantità di glucosio e di insulina nel sangue e potrebbe quindi avere un effetto additivo se combinato con altri farmaci per il trattamento di questa patologia.

Inoltre, poiché questo prodotto da fermentazione sembrerebbe essere anche in grado di abbassare la pressione sanguigna, è sconsigliato l’uso ai soggetti in trattamento con farmaci antipertensivi per scongiurare possibili effetti additivi.  Attenzione però, se soffrite di gastrite o reflusso gastroesofageo, evitate di bere acidi a stomaco vuoto e consultate il medico per l’uso di aceto di mele nella dieta.

Si consiglia solo di non esagerare anche a chi soffre di osteoporosi.

Attenzione anche all’uso in qualità di collutorio e per sbiancare i denti, in quanto, essendo un acido può essere aggressivo sullo smalto.

Fonte dati: Uchicago Medicine

Potrebbe interessarti anche