14 Gennaio 2019 |

Gastrite nervosa: i sintomi, i rimedi e cosa mangiare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Se soffrite spesso di bruciore allo stomaco, iperacidità, difficoltà digestiva e dolore addominale potreste soffrire proprio di gastrite nervosa. Questo disturbo dipende anche dallo stress, ma a causarlo può essere anche il batterio helicobacter pylori, sempre più diffuso.


I sintomi della gastrite nervosa

I sintomi della gastrite nervosa sono numerosi e spesso concomitanti. In questi casi si avverte spesso una fastidiosa sensazione di bruciore e dolore allo stomaco e si può avvertire anche una strana sensazione di “vuoto” all’addome oppure una sorta di “stretta” che ricorda un po’ i morsi della fame. Inoltre si può avere anche difficoltà digestiva: ogni volta che si mangia ci si sente appesantiti e non si riesce a digerire, se non molto lentamente. Questa sensazione aumenta se si consumano cibi fritti, molto grassi o pesanti. Per questo motivo chi è affetto da gastrite mostra spesso anche una diminuzione dell’appetito, oltre che nausea.

In alcuni casi sopraggiunge anche il vomito; anche eruttazione e gonfiore sono sintomi della gastrite nervosa molto comuni, come anche il dimagrimento legato all’inappetenza determinata dalla gastrite. Infine, nei casi più gravi, si registrano anche vertigini, sangue nelle feci, sangue nel vomito, fiato corto, pallore e sensazione di debolezza.

I sintomi, comunque, cambiano a seconda che la gastrite sia cronica o acuta. In ogni caso, al manifestarsi di questi problemi, è meglio contattare subito il proprio medico. I rimedi per la gastrite nervosa, però, esistono.

Rimedi per la gastrite nervosa

I rimedi per la gastrite nervosa dipendono dalle sue cause: questa può essere determinata ad esempio dall’infezione da helicobacter pylori, un batterio contagioso che non si sa ancora bene come viene trasmesso. E’ questa la causa principale di gastrite nervosa.

Ancora, possono incidere lo stress, l’assunzione di alcuni farmaci (tra cui aspirina e ibuprofene) e l’assunzione di alcol o altri alimenti particolarmente acidi. Per risolvere la gastrite, quindi, occorre agire proprio sulle cause, quindi l’eliminazione dello stress, l’eradicazione dell’helicobacter pylori e la dieta.

Per l’eradicazione dell’helicobacter pylori vengono spesso somministrati degli antibiotici, mentre per risolvere l’acidità di stomaco, si utilizzano dei farmaci antiacido. Per limitare lo stress, invece, dedicatevi ad una moderata attività fisica o ad un hobby che vi piace. E’ fondamentale, però, agire anche sulla dieta.

Cosa mangiare con la gastrite nervosa

Chi soffre di gastrite nervosa dovrebbe cercare di fare più pasti durante la giornata; questi, però, devono essere leggeri. No, quindi, ai cibi fritti, piccanti e troppo grassi o elaborati. Sì alla frutta e alla verdura, ad esclusione di quelle acide come gli agrumi. Da evitare anche l’alcol, le bevande gasate, i cibi speziati, il tè ed il caffè. Evitate anche i condimenti eccessivi e preferite la cottura al vapore o al forno.

Infine, masticate bene i cibi e cercate di non coricarvi prima che siano trascorse almeno un paio d’ore dall’ultimo pasto. Per conciliare sonno e digestione potete assumere ogni sera una tazza di camomilla pura.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche