31 agosto 2018 |

Cibi alcalini e cibi acidi: quali sono e quali è meglio evitare?

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quali sono i cibi alcalini e i cibi acidi? E quali è meglio evitare? Di recente si è fatto un gran parlare di dieta alcalina, sull’assunto che una dieta a base di alimenti troppo acidi possa favorire l’insorgenza di diverse patologie. Insomma, pare che consumare alimenti alcalini favorisca il nostro benessere, mentre consumare cibi acidi mini la nostra salute. Ma quali sono gli alimenti acidi e quali i cibi alcalini?

Cibi alcalini

Secondo alcuni studi, gli alimenti alcalini e basici andrebbero preferiti a quelli acidi. Ma quali sono gli alimenti alcalini? Tra gli alimenti alcalinizzanti ci sono sicuramente tutte le verdure a foglia verde e alcune verdure, tra cui spinaci, sedano, carote, cetrioli, lattuga, barbabietole, rape, ravanelli e funghi.


Alimenti altamente alcalinizzanti

In generale, tutti gli appartenenti alla famiglia di cavoli e broccoli e le verdure a foglia verde sono da ritenersi cibi altamente alcalini. Solo alcuni cereali, poi, rientrano nell’elenco degli alimenti alcalini, in particolare la quinoa, il miglio e l’amaranto. Tutti gli altri sono considerati cibi acidificanti per l’organismo. Ancora, troviamo l’aglio, la cipolla, il mandarino, l’anguria, il lampone, la patata americana, l’ananas ed i limoni. Questi ultimi sono tra i cibi alcalini più importanti, a dispetto del fatto che gli agrumi possano suggerire l’idea di essere acidi. Infine, alla lista dei cibi alcalinizzanti vanno aggiunti le mele, l’avocado e l’uva.

Cibi acidi

Venendo agli alimenti acidi, non è detto che siano quelli comunemente ritenuti tali, come ad esempio tutti gli agrumi. In generale, sono ritenuti acidificanti quei cibi contenenti zucchero (come dolci e gelato) e lievito, gli alimenti fermentati, i cibi fritti, raffinati, cotti al microonde o fortemente trattati. Merendine, insaccati e altri prodotti particolarmente lavorati sono quindi sicuramente tra i cibi acidi da evitare. Anche i liquori, i frutti di mare ed il tè sono comunemente ritenuti cibi acidi, così come rientrano tra i cibi acidificanti anche tutti i cereali (farro, grano, orzo, avena, segale, mais e riso) e i loro derivati, quindi anche la pasta ed il pane. Tra i legumi, invece, sono considerati acidificanti i ceci, i fagioli bianchi e lenticchie. Infine il miele, le uova, le bevande gasate, le salse (come il ketchup o la mostarda), il merluzzo, il salmone, la carne di pollo, di agnello, di maiale, di manzo e di tacchino sono considerati cibi acidi.

Quali scegliere?

Cibi alcalini e cibi acidi: quali scegliere? Fatto l’elenco dei cibi alcalini e cibi acidi, la domanda è: quali scegliere e perchè preferire gli uni rispetto agli altri? Ebbene, tutto sarebbe legato al funzionamento del nostro organismo che si basa sul delicato rapporto acido/basico. Se tale equilibrio viene perduto o se si crea un ambiente troppo acido, potrebbero crearsi i presupposti per quei fenomeni che vengono comunemente chiamati “malattie da degenerazione cellulare”. Tra queste patologie ci sarebbero anche i tumori.

Perché preferire i cibi alcalini

Stando a diverse ricerche scientifiche su cibi alcalini e cibi acidi, dunque, consumare gli alimenti basici (alcalini) in quantità maggiore aiuterebbe a creare un ambiente sfavorevole per lo sviluppo di alcune patologie. Di contro, un ambiente interno troppo acido, legato all’assunzione di cibi acidificanti, contribuirebbe a favorire lo sviluppo di varie malattie, tra cui anche i tumori. Si tratta di ipotesi ancora da dimostrare, ma sicuramente i cibi alcalini come le verdure a foglia verde vanno consumati in quantità superiori rispetto a quelli acidi, come i cibi contenenti zucchero o i cibi fritti.

Leggi anche:

Carmela Giglio

Potrebbe interessarti anche