06 agosto 2018 |

Metrorragia, le cause e i rimedi naturali per le perdite di sangue abbondanti

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

La metrorragia è la comparsa di abbondanti perdite di sangue tra un ciclo e l’altro, ma che non hanno nulla a che vedere con le mestruazioni. Cerchiamo allora di capire cos’è la metrorragia, le sue cause e i rimedi naturali per alleviare i sintomi.

Le donne sono abituate alle perdite ematiche, sia durante il normale flusso mestruale sia in alcuni frangenti tra un ciclo e l’altro, detti spotting. Esistono però delle perdite ematiche intermestruali che non hanno nulla a che vedere con il ciclo: questo fenomeno prende il nome di metrorragia. Vediamo cos’è, quali sono le cause e i rimedi naturali di queste perdite di sangue abbondanti.

Metrorragia, la definizione

Con questo termine si indica un sanguinamento intermestruale che non ha nulla a che vedere con le mestruazioni abbondanti. Le perdite ematiche, in questo caso, sono dovute a squilibri ormonali che prescindono il ciclo mestruale e l’apparato riproduttivo in quanto tale, anche se le perdite somigliano molto al flusso mestruale.

Metrorragia: cos’è?

Come detto, è un’abbondante perdita di sangue molto simile al flusso mestruale, che compare tra un ciclo e l’altro. Non va confuso con il fenomeno dello spotting, ovvero le perdite che compaiono tra una mestruazione e l’altra ma che hanno un aspetto diverso; lo spotting infatti si presenta molto meno abbondante e le perdite ematiche virano verso un rosso-marroncino. I casi di metrorragia si presentano come perdite ematiche rilevanti dopo il normale ciclo mestruale, per questo non devono essere confusi né con lo spotting né con il flusso stesso.

Metrorragia: cause

Le cause della metrorragia sono riconducibili ad un problema ormonale, da risolvere con l’aiuto del ginecologo e dell’endocrinologo: in questo caso si parla di metrorragia disfunzionale. Può però anche essere il campanello di allarme per patologie quali polipi uterini, problemi all’endometrio o, sfortunatamente, un cancro all’utero. Ecco perché, sempre con serenità, è bene avvertire il medico se dovesse manifestarsi un episodio di metrorragia. Indagare subito le cause è fondamentale: quando la causa è ormonale può essere riconducibile ad uno squilibrio spontaneo oppure alla somministrazione o sospensione della pillola anticoncezionale o, ancora, all’arrivo della menopausa.

Metrorragia in gravidanza

Quando un episodio di sanguinamento abbondante capita in gravidanza è quasi sempre indizio di un aborto spontaneo; in ogni caso, se compaiono perdite di sangue abbondanti durante la gestazione bisogna immediatamente avvertire il medico o recarsi al pronto soccorso.

Metrorragia in menopausa

Poiché durante la menopausa l’assetto ormonale cambia, gli episodi di metrorragia sono possibili. È possibile già notare queste perdite di sangue anche in una situazione di pre menopausa, quando il ciclo mestruale inizia a saltare il suo appuntamento mensile.

Metrorragia: rimedi naturali

Specifichiamo immediatamente che questo problema non può in alcun modo essere curato con rimedi naturali, specie se auto prescritti. È invece fondamentale contattare tempestivamente il medico, che prescriverà tutti gli esami da svolgere per arrivare alla causa della metrorragia. I rimedi naturali possono alleviare la sintomatologia, quindi il flusso abbondante e la conseguente stanchezza, apatia, mancanza di energia, crampi addominali e in generale uno stato di spossatezza.

Evitate poi bagni e docce bollenti, perché favoriscono l’aggravarsi del flusso, e assumete ad alimenti ricchi di ferro, magnesio e vitamine, specie quelle del gruppo B. Largo dunque ad un’alimentazione sana e leggera a base di molta frutta e verdura, carni rosse e pesce. Per combattere la perdita di sangue dopo il ciclo e diminuirne un po’ il flusso, potete provare un infuso di cannella o di alchemilla, che vantano proprietà astringenti, così come l’ortica e la tormentilla. Ribadiamo però che in questi casi è preferibile non prendere alcuna iniziativa senza sentire prima il parere del medico, anche quando si tratta di una semplice tisana, specie se si è incinte.

Potrebbe interessarti anche