Mastoidite: tutti i sintomi, le cause e i rimedi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

I sintomi della mastoidite sono diversi. Ma quali le cause ed i rimedi possibili in questi casi? Il mastoide è un osso che si trova dietro l’orecchio; quando le cellule del mastoide si infiammano o si infettano a causa di un’infezione come l’otite, si parla proprio di “mastoidite”. Tale patologia può avere complicanze, anche serie.

Sintomi della mastoidite

I sintomi della mastoidite sono diversi e facilmente riconoscibili. Tra questi ci sono febbre, perdita dell’appetito, ingrossamento dei linfonodi del collo, dolore dietro l’orecchio, aumento della sensibilità in questa zona e rigonfiamento più o meno evidente della zona. Attraverso opportuni esami diagnostici consigliati dal medico, invece, è possibile riscontrare anche un aumento del numero dei globuli bianchi, una diminuzione dell’udito ed un rigonfiamento dei tessuti molli situati dietro l’orecchio.

Tutti questi sintomi sono riscontrabili, in modo più evidente, in caso di mastoidite acuta e in modo meno evidente nel caso di mastoidite cronica. Quando la malattia cronicizza, infatti, i sintomi sono continui ma si manifestano in forma attenuata. Ad ogni modo, al manifestarsi di questi sintomi si consiglia di rivolgersi subito al medico per una diagnosi puntuale.

Cause della mastoidite

La mastoidite si sviluppa a causa di un’infezione dell’orecchio medio, solitamente l’otite. Quando queste infezioni dell’orecchio non sono trattate tempestivamente, i batteri proliferano indiscriminatamente. Essendo l’otite diffusa soprattutto tra i bambini, anche la mastoidite può colpirli fin dalla tenera età, anche perchè i bambini non riescono a manifestare a parole la sintomatologia. Per evitare complicanze occorre agire tempestivamente con le cure appropriate.

Complicanze della mastoidite

Possibili complicanze della mastoidite non curata tempestivamente possono essere paralisi del nervo facciale e dei muscoli mimici del lato interessato, setticemia, meningite, ascesso cerebrale, vertigini e persino sordità. Tutte queste conseguenze sono legate al possibile proliferare dei batteri dell’infezione in altre sedi del corpo (della testa in particolare, oltre che nel sangue) che si verifica proprio quando non si approntano tempestivamente le cure appropriate.

Contagio e cura della mastoidite

La mastoidite non è contagiosa. Tuttavia questa patologia va trattata tempestivamente per evitare conseguenze legate alla proliferazione dei batteri in altri distretti corporei. La mastoidite viene curata generalmente con antibiotici specifici somministrati per via orale e pulizie regolari dell’orecchio. Se questi trattamenti non funzionano, può essere consigliato un intervento chirurgico finalizzato a drenare il liquido infetto dall’orecchio medio o, nei casi più gravi, a rimuovere l’osso infetto del mastoide. Al di là di queste indicazioni generali, chiedete sempre al medico per qualsiasi informazione relativa al singolo caso da trattare.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche