15 dicembre 2017 |

Pineberry: tutto quello che c’è da sapere sulla fragola bianca

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Rispetto alla tradizionale fragola cambia il colore e il sapore: Scopriamo la Pineberry e tutto quello che c’è da sapere sulla fragola bianca dal singolare aspetto chiaro e dal sapore molto vicino ad un frutto esotico.

Conosciuta anche come fragola albina, la fragola bianca o pineberry è un frutto che ricorda nella forma la comune fragola rossa ma che si contraddistingue per sapore e colore differenti. Dal punto di vista estetico, la pineberry è bianca con semi rossi, mentre dal punto di vista gustativo ha un sapore che ricorda molto quello dell’ananas.

È frutto di un’ibridazione avvenuta nel ‘700 e, nonostante nel corso del ‘900 sembrasse prossima a scomparire, grazie in particolare ai coltivatori olandesi questo particolare frutto è stato preservato. A partire dal 2010, infatti, la pineberry ha avuto numerosi apprezzamenti sui mercati ortofrutticoli e oggi sono disponibili semenze per coltivare la pianta in giardino.

Le proprietà della fragola bianca sono diverse e tutte peculiari per il benessere e la salute del nostro fisico. È un frutto mediamente più calorico rispetto alle fragole tradizionali, considerato l’alto contenuto di carboidrati, pari a circa 30 milligrammi per un etto di prodotto.

Si tratta di un alimento molto energizzante, in grado di conferire un apporto d’energia abbastanza rapido, però anche capace di mantenersi a lungo. La fragola bianca è ricca di vitamina C, ideale per rinforzare il sistema immunitario e contrastare i radicali liberi.

Questo prodotto è anche ricco di vitamina A, acido folico e sali minerali. Inoltre è importante sapere che la fragola albina ha proprietà ipoallergeniche, risultando per questo altamente digeribile anche per coloro che presentano intolleranza alle fragole.

Come si mangia la pineberry? Esattamente come la fragola rossa: fresca, in macedonia, come ingrediente per dolci e per preparare confetture. Non dimenticate che il suo gusto è molto diverso da quello a cui siamo abituati e molto vicino a quello dell’ananas, quindi attenzione agli abbinamenti che andrete a proporre!

Potrebbe interessarti anche