Talassofobia: le cause della paura dell’acqua e come superarla

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Una delle paure più frequenti, specie in estate è la talassofobia, ovvero la paura dell’acqua o talassofobia. Ma quali sono le cause e come superarla? Ecco che cosa dobbiamo sapere.

La talassofobia è una paura intensa e persistente del mare o dei viaggi in mare.


La talassofobia si manifesta anche con la paura di trovarsi in gradi quantità di acqua, la paura del vuoto e la paura della distanza dalla terra. Può anche includere la paura dell’ignoto che si nasconde sotto l’acqua come squali, sommozzatori o vortici.

In generale la talassofobia è una anormale paura dell’acqua che può essere quella del mare, dell’oceano di un fiume o anche dell’acqua di una vasca da bagno, in assenza di motivi reali per avere paura. Solo a questa condizione, infatti, si può parlare di talassofobia e non di “normale e sana paura dell’acqua”.

I sintomi della talassofobia sono gli stessi di quelli delle fobie più specifiche come palpitazioni, paura immotivata, scompenso e, in quanto fobia clinica, essa è spesso accompagna altri disturbi d’ansia. Inoltre, coloro che soffrono di paura dell’acqua sono fortemente condizionati in attività come quella del nuoto, ma anche semplicemente bagnarsi o tuffarsi per paura di essere spruzzati all’improvviso o sprofondare in acqua.

Cause della talassofobia

Gli studi sulle cause della paura dell’acqua indicano che l’talassofobia si manifesta a causa di una combinazione di fattori esperienziali e genetici che variano da caso a caso. Come tutte le fobie, anche la talassofobia che si differenzia dall’idrofobia intesa come paura di bere, è dovuta ad una determinata storia clinica individuale che va, di volta in volta studiata con il terapeuta.

Come superare la paura dell’acqua

Poichè la talassofobia è spesso associata all’ansia, in alcuni casi possono essere prescritti ansiolitici. La psicoterapia, infatti, verte sulla gestione e il controllo dell’ansia come fattore scatenante della talassofobia che non scompare mai, tranne in rari casi in cui è legata ad eventi luttuosi e post-traumatici, in maniera veloce ed improvvisa. In questi casi, tuttavia, una buona psicoterapia è certamente la garanzia del controllo dell’ansia e di tutte le sue manifestazioni, compresa la talassofobia.

Potrebbe interessarti anche