Astenia: cos’è, i sintomi e i rimedi

di Elisa Malizia

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Stanchezza primaverile

Salute: astenia, cos’è, quali sono i sintomi e i rimedi? Un disturbo che ci avvisa che qualcosa non va e bisogna indagare: ecco cosa fare in caso di astenia.

L’astenia è una condizione che rende chi ne soffre letteralmente senza forze, sia fisiche che psicologiche, e neanche il riposo riesce a ristabilire un giusto livello di energie. È un fenomeno osservato per la prima volta in persone che svolgevano professioni stressanti, come i medici, gli infermieri, i poliziotti e tutte quei mestieri che in un certo senso mettono in contatto con le sofferenze altrui, sia di adulti che di bambini. Curare l’astenia è una necessità per chi ne soffre e questo disturbo può avere varie cause: scopriamo quindi cos’è, come si manifesta e come si combatte l’astenia.

Astenia: cos’è?

Come detto, l’astenia è una sensazione persistente di stanchezza fisica e psicologica a cui non si riesce a rimediare neanche con qualche giorno di riposo e un buon sonno. Colpisce persone che vivono sotto forte stress, come chi svolge una professione impegnativa che colpisce l’emotività, per via dell’effetto burn out. Lo stato di esaurimento fisico e psicologico porta alla stanchezza diffusa, ad una sorta di atarassia che riduce l’energia, la forza fisica e la volontà di agire.

Astenia: quali sono i sintomi?

L’astenia produce questi sintomi:

  • debolezza fisica e psicologica
  • stanchezza diffusa che non passa col riposo
  • lentezza mentale e nei movimenti
  • sensazione di dover riposare spesso
  • mancanza di energie

Astenia: da cosa dipende?

L’astenia può dipendere da:

  • forte stress psicologico
  • funzionalità alterata delle ghiandole endocrine
  • ipotiroidismo
  • diabete
  • morbo di Addison
  • anemia
  • intossicazione da farmaci o alimentari
  • patologie neuromuscolari
  • depressione e insonnia

Poiché i sintomi sono molto generici e le patologie correlate sono molto varie è importante parlare con il proprio medico di famiglia che saprà consigliare da quali esami iniziare. Prendete nota dei sintomi e di tutte le altre variazioni che avete notato (perdita o aumento di peso, assunzione di medicinali, cambi di dieta, traumi psicologici eccetera) e indicateli al medico: questi dettagli fanno la differenza per scoprire da cosa deriva l’astenia.

Astenia: rimedi

Qualunque sia la causa dell’astenia, l’alimentazione corretta resta alla base di una cura vincente. Aggiungete molte verdure al vostro regime alimentare, specie quelle a foglia verde (spinaci, cime di rapa, bietole, insalate) ed evitate sostanze eccitanti che potrebbero dare un picco momentaneo e un effetto rebound successivo. Sarà il medico a prescrivere, nel caso, i giusti integratori e le medicine da prendere in base alla singola patologia riscontrata, ma nel frattempo aiuti dalle sostanze naturali arrivano da:

  • guaranà
  • ginseng
  • rhodiola
  • eleuterococco
  • hornbeam
  • olio essenziale al limone
  • magnesio
  • vitamina B6
  • triptofamo

Non abusate mai di nessuna sostanza, anche se naturale e, se siete in cura per altre patologie, chiedete sempre al medico se queste sostanze possono interagire e annullare l’effetto curativo dei medicinali. I medici consigliano di praticare un’attività fisica leggera, come passeggiare: passo dopo passo, a contatto con la natura e l’aria fresca, la condizione di disagio psicologico si allenterà. Inoltre, importante concentrarsi sul respiro; dedicatevi per 15 minuti al giorno a respirare correttamente, inspirando ed espirando, usando il diaframma e a pieni polmoni, meglio se all’aria aperta in un luogo poco inquinato: questo processo aiuta a combattere ansia e stress.