28 Giugno 2017 |

Centella asiatica: a cosa serve e quali sono le sue proprietà

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
centella asiatica

Scopriamo insieme tutti i benefici e le proprietà della centella asiatica, una pianta molto utilizzata nella cosmesi che vanta anche proprietà antinfiammatorie. Indicata sia contro la cellulite che per le problematiche legate alla circolazione, la centella può rivelarsi un toccasana per il nostro benessere, anche se per alcuni soggetti può essere controindicata. Vediamo di saperne di più!

La centella asiatica è una pianta erbacea perenne che è originaria dell’India e del Madagascar. Tendenzialmente cresce in luoghi umidi e ombrosi, in prossimità dei corsi d’acqua. Presenta dei fiori violacei, ma in realtà tutti i principi attivi benefici per il nostro organismo si trovano nelle foglie, che vengono spesso utilizzate anche per la preparazione di farmaci e prodotti di bellezza. Dunque ecco tutto quello che c’è da sapere sulle proprietà benefiche della centella asiatica e a cosa serve esattamente.

Proprietà benefiche della centella asiatica

La centella è una delle piante amiche del nostro benessere e della nostra bellezza. È un toccasana per chi soffre di insufficienza venosa, quindi è indicata anche per chi ha problemi con le vene varicose. Inoltre, secondo diversi studi, questa pianta ha un comprovato effetto antinfiammatorio e viene utilizzata molto per le problematiche della pelle, attraverso lozioni e creme cosmetiche, soprattutto per il trattamento di ferite e abrasioni. Inoltre la centella è anche una grande alleata della nostra bellezza perché le sue foglie contengono un’importante sostanza che stimola la produzione del collagene, quindi non solo combatte i classici inestetismi della pelle, ma favorisce anche la rigenerazione cutanea. Considerata la sua efficacia contro la ritenzione idrica, la centella è un toccasana contro la cellulite e la pelle a buccia d’arancia.

Controindicazioni della centella asiatica

Nonostante le notevoli proprietà benefiche la centella, in qualche caso può avere qualche piccolo effetto collaterale. Per esempio è opportuno non utilizzarla durante la gravidanza e neppure nel periodo dell’allattamento. Questa pianta può inoltre manifestare qualche interazione con alcuni farmaci, per cui prima di prenderla è bene consultare il proprio medico curante, in special modo chi assume farmaci antidepressivi. Se si assumono dosi elevate di centella asiatica si potrebbe anche incorrere in episodi di cefalea. Chi soffre di diabete, infine, dovrebbe tenere conto che l’assunzione costante di centella può avere effetti iperglicemizzanti.

LEGGI ANCHE:

I rimedi naturali contro ritenzione idrica e cellulite