26 gennaio 2017 |

Prolattina alta: cos’è, i sintomi e i rimedi naturali

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Tutto quello che c’è da sapere sulla prolattina alta: cos’è, i sintomi e i rimedi naturali per conoscere questo disturbo ormonale che può colpire donne e uomini. Ecco di cosa si tratta!

Indice

Cos’è la prolattina?
Cosa significa avere la prolattina alta?
Quali sono i sintomi?
Esistono rimedi per curare la prolattina alta?
I rimedi naturali per curare l’iperprolattinemia

 

 

Cos’è la prolattina

La prolattina è un ormone prodotto dall’ipofisi, una ghiandola che si trova alla base del nostro cervello. La prolattina è molto importante per lo sviluppo del seno in età puerile, per la stimolazione della produzione del latte materno dopo il parto e per la prevenzione di gravidanze durante i primi periodi di allattamento. In piccola parte, la prolattina è presente anche negli uomini.

La presenza di questo ormone è tenuto sotto controllo dalla dopamina, un altro ormone che inibisce la produzione di prolattina in eccesso. Durante la gravidanza i livelli di prolattina aumentano in modo consistente e, dopo il parto, questo aumento, unito alla diminuzione dell’estrogeno e del progesterone, permette che il corpo femminile riesca a produrre il latte materno.

Cosa significa avere la prolattina alta?

La prolattina alta, o iperprolattinemia, consiste in disturbo legato a un eccessivo livello di prolattina nel sangue in donne non in gravidanza e in uomini.

Quali sono i sintomi?

I sintomi della prolattina alta nelle donne sono:

  • diminuzione della produzione di progesterone dopo l’ovulazione, con possibili irregolarità nell’ovulazione successiva.
  • Oligomenorrea, ovvero alterazione del ritmo del ciclo mestruale che può diventare più raro del solito.
  • Cessazione del ciclo mestruale.
  • Galattorrea, cioè produzione eccessiva e continuata di latte da parte della ghiandola mammaria.

Invece, i sintomi dell’iperprolattinemia maschile sono: impotenza, calo della libido e infertilità.

Esistono rimedi per curare la prolattina alta?

Per trovare una cura dell’iperprolattinemia è necessario individuare la causa che l’ha generata. Tra le principali cause della prolattina alta troviamo uso di antidepressivi, antipsicotici e farmaci per controllare la pressione, irritazione della gabbia toracica, stress, tumori dell’ipofisi e ipertiroidismo.

Una volta effettuati gli esami ed eseguita una diagnosi medica, è possibile iniziare una cura farmacologica prescritta dal medico o una cura con rimedi naturali.

I rimedi naturali per curare l’iperprolattinemia

Tra i rimedi naturali per l’iperprolattinemia, troviamo sicuramente l’alimentazione. Una dieta ricca di frutta e verdura, in particolare verdure a foglia verde scuro, cereali integrali, legumi e pesce, aiuta nella cura della prolattina alta. Cercate, inoltre, di consumare alimenti ricchi di vitamina B6, come patate, banane, spinaci, pollo, e cibi contenenti zinco, come manzo, tacchino, crostacei e fagioli.

Tra i prodotti naturali più efficaci per abbassare i livelli di prolattina c’è l’agnocasto, noto anche con il nome di Vitex Agnus Castus. Si tratta di un rimedio che aiuta il bilanciamento degli ormoni poiché si connette ai recettori della dopamina prevenendo il rilascio di prolattina da parte dell’ipofisi. Questo trattamento dà ottimi risultati, ma prevede una cura di circa 3 o 4 mesi prima che si ottengano gli effetti desiderati.

Potrebbe interessarti anche