29 maggio 2013 |

Nordic Walking: tutti i benefici dello sport con i bastoncini

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il Nordic Walking, letteralmente tradotto dall’inglese con “camminata nordica”,  nato in Finlandia, mutua le tecniche e gli allenamenti dallo sci di fondo, quando quest’ultimo viene insegnato fuori stagione.

Rispetto al Fitwalking, il Nordic Walking (chiamato anche Pole Walking, dall’inglese pole, “bastone” e walking, “camminare”) prevede l’impiego di una certa forza di spinta sui bastoni ad ogni passo.

Proprio l’utilizzo dei bastoncini, nel Nordic Walking, fa sì che il movimento interessi l’intero corpo e che lo sforzo sia più intensivo: i gruppi muscolari del torace, i dorsali, i tricipiti, i bicipiti, le spalle, gli addominali e gli spinali, sono tutti coinvolti, diversamente che nella normale camminata.

Il Nordic Walking può generare un incremento fino al 46% nel consumo di energia rispetto alla camminata senza bastoni.

Tra i benefici fisici che il Nordik Walking può apportare si contano:

  • l’aumento generalizzato della forza e la resistenza nei muscoli principali e in quelli situati nel tronco superiore
  • l’aumento significativo della frequenza del battito cardiaco a parità di ritmo
  • il miglioramento e rafforzamento delle vie vascolari e l’efficienza dell’apporto di ossigeno
  • la maggior facilità nella risalita di pendii
  • il consumo di maggior quantità di calorie rispetto alla normale camminata
  • il miglioramento dell’equilibrio e della stabilità
  • l’alleggerimento significativo degli sforzi su anca, ginocchio e caviglie
  • la riduzione degli sforzi sulla struttura ossea

Tecnica del Nordic Walking:

Il Nordic Walking è uno sport facile da apprendere, non prevede un’attrezzatura tecnica particolarmente costosa e, soprattutto, non è stato pensato solo per gli sportivi professionisti: è adatto ad ogni fascia di età, è praticabile ovunque (lungo i sentieri o le strade di campagna, in spiaggia, in montagna) e garantisce importanti risultati dal punto di vista fisico, come abbiamo visto.
Camminare con i bastoncini secondo la tecnica nordica, infatti, è tra le discipline più indicate per perdere peso, per chi soffre di dolori articolari alla schiena o alle ginocchia, per chi deve recuperare la forma dopo dei traumi.
In più, visto che gran parte della popolazione non pratica attivamente sport, il Nordic Wolking rappresenta un’occasione unica per avvicinarsi all’attività sportiva in maniera facile e naturale e per riscoprire percorsi e territori che non frequenta più da anni.

  • La tecnica fondamentale del Nordic Walking prende spunto dai  movimenti propri dello sci di fondo per la tecnica classica, utilizzando il cosiddetto movimento diagonale e inserendo in modo adeguato l’utilizzazione dei bastoncini
  • Chi comincia a praticare il Nordic Walking si abitua ad una corretta postura dinamica attraverso una camminata che si avvale della successione fisiologica dei movimenti alternati di braccio e gamba opposti, cercando una spinta efficace con il bastoncino che porta ad ottenere una maggiore lunghezza del passo senza però abbandonare la naturale fluidità del movimento.

Attrezzatura per il Nordic Walking:

Trovate proposte e prezzi nella fotogallery correlata a questo articolo.

  • Abbigliamento: l’ideale è quello tecnico di tessuto traspirante e nello stesso tempo impermeabile ed antivento
  • Guanti: necessari per prevenire eventuali vesciche causatedall’impugnatura dei bastoncini, presentano un’imbottitura tra pollice e indice e lasciano libere le dita nella parte alta
  • Scarpe: le scarpe da Nordic Walking presentano una suola più strutturata e sono solitamente rivestite in Goretex, per proteggere il piede da umidità, fango o pioggia
  • Borraccia e portaborracce: è consigliato portarsi al seguito un portaborracce che abbia una tasca in cui inserire un sottile capo di vestiario (giacca a vento leggera), il telefono cellulare o un fischietto in modo da poter chiamare aiuto in caso di bisogno. Assicurarsi che la borraccia sia sempre piena di acqua (magari con aggiunta di un integratore di sali minerali) in modo da poter bere di frequente
  • Bastoncini: la lunghezza del bastoncino deve essere proporzionata all’ampiezza del passo
 del camminatore. Per calcolare l’altezza corretta del proprio bastoncino si dovrà scegliere una misura che, una volta impugnato il bastoncino, permetta di avere l’apertura del gomito a circa 90°.

Leggi anche:

Prova il fitwalking per tonificare le gambe e rilassare la mente

Bruciare i grassi con la corsa: come deve essere la corsa giusta?

Cibi proteici per colazione: se fai sport comincia così la giornata

Potrebbe interessarti anche