19 marzo 2013 |

Sindrome premestruale e magnesio: agisce su psiche e corpo

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il Magnesio è un oligoelemento essenziale per il funzionamento del nostro organismo. Esso, infatti, agisce come modulatore degli impulsi nervosi e muscolari. Aiuta, inoltre, a mantenere forti ossa e denti ed è un elemento necessario per il bilancio degli elettroliti.

Durante il periodo premestruale, il fabbisogno di Magnesio aumenta; perchè?

La sindrome premestruale è caratterizzata da sintomi quali:

  • dolore fisico articolare
  • gonfiore
  • spossatezza
  • cambio dell’umore
  • dolore mammario

Le cause di tali disfunzioni psico-fisiche sono associabili a sbalzi ormonali e cambiamenti metabolici e di neurotrasmissione all’interno dell’organismo.

Per combattere la fase premestruale ma anche i dolori premestruali ci sono una serie di cure che funzionano in modo diverso a seconda del soggetto:

  1. Dieta bilanciata, acqua
  2. Attività fisica costante e/o lunghe passeggiate
  3. Integratori alimentari come la vitamina B6
  4. Uso di farmaci antidolorifici

Sono tra i rimedi più efficaci nella lotta alla sindrome premestruale.

Il magnesio, invece, rientra tra gli integratori alimentari e va assunto per rilassare le pareti uterine e alleviare lo spasmo muscolare che si verifica nel corpo a partire dai giorni precedenti le mestruazione tanto che si parla di tensione mestruale.

Dosi consigliate

In commercio esistono diversi prodotti a base di Magnesio ma la casa farmaceutica Sanofi Aventis produce l’integratore DONNA MAG che è già dosato per i giorni della sindrome premestruale.

Esso va assunto per 7-8 giorni prima delle mestruazioni e una compressa effervescente contiene:

  • 300 mg di Magnesio
  • 240 mg di Calcio
  • 15 mg di Vitamina E
  • 3 Mg di Vitamina B6

Potrebbe interessarti anche