Psicologia: 10 modi per ritrovare l’autostima perduta

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

E’ dimostrato da molti studi che la fine di un amore, spesso, fa male come un lutto, e porta con sé le stesse conseguenza. Il periodo economico non certo florido non permette a molte donne di esprimere i loro talenti nel mondo del lavoro e a tutto questo molto spesso si aggiunge una non perfetta forma fisica che mette la donna a disagio, anche se l’aumento di peso dipende da un evento lieto, come una gravidanza


Tutti questi elementi, come una profonda delusione affettiva, la non accettazione del proprio corpo o un lavoro frustrante, minano in modo importante l’autostima. Si diventa passivi, si accettano le prepotenze altrui come se fossero normali e, soprattutto, si ritiene che questi soprusi siano giustificati dal fatto che “non valiamo niente”. Questo circolo vizioso può portare a stati di depressione sempre crescenti. 

Per ritrovare l’autostima perduta serve molta forza di volontà e la voglia di non lasciarsi andare. In 10 semplici mosse potrete ritrovare la fiducia in voi stessi e la voglia di rimettervi in gioco.

Non omologarti

Prendi spunto da amiche e colleghe, ma non omologarti al loro stile, non solo dal punto di vista dell’abbigliamento, ma anche della gestualità e degli argomenti di conversazione. “Ruba” il meglio, ma reinventa per renderlo davvero tuo. Il fittizio si intuisce sempre e ti sentiresti ancora più a disagio.

Cammina a testa alta

Smetti di ingobbirti e di camminare ad occhi bassi. Impara a sostenere lo sguardo altrui e non apparire remissiva: tu sei una persona come tutte le altre, e come tutti sei speciale. Non permettere a nessuno di intimidirti.

Pensa positivo

Può sembrare superficiale, ma in alcune circostanze la motivazione è tutto: ripetere a te stessa di essere la migliore e di poter ancora crescere ti aiuterà a sentirti forte dei tuoi talenti. In fondo, non costa nulla coccolarsi.

Impara a controllarti

La paura del nuovo è un limite che non possiamo permetterci di avere. Controlla i tuoi timori, specialmente di fronte ad altre persone; il modo più semplice, paradossalmente, è parlare: ti ritroverai a conversare senza più provare nervosismo e paura.

Non evitare i contatti

Iniziare una conversazione, anche banale, con qualcuno, può essere difficile se non si è “allenati”. Sforzati di intraprendere piccoli dialoghi con il vicino di casa, il barista che ti serve il caffè al mattino o con il fruttivendolo. Non chiuderti di nuovo se non dovessero rispondere come ti aspettavi: ognuno è fatto a modo suo e una brutta giornata capita a tutti!

Buttati

In alcune situazioni non si può fare a meno di buttarsi e aspettare le “conseguenze”. Fallo anche tu! Buttarsi in situazioni nuove aiuta ad adattarsi e a fare nuove conoscenze. Non pensare più del dovuto.

Non subire

Guarda dritto negli occhi il tuo interlocutore, non farfugliare parole confuse, scandisci quel che vuoi esprimere con voce ferma e, se necessario, alza il tono. Non permettere al collega di sovrastarti solo perché parla a voce alta: fallo anche tu, magari sorridendo. Puoi anche allenarti a casa, davanti allo specchio, leggendo passi di romanzi ad alta voce; quando confondi una parola e fai un errore, ricomincia.

Poniti gli obiettivi adatti

Spesso non abbiamo la giusta percezione di noi stessi e ci imponiamo obiettivi che non possiamo raggiungere. Se vogliamo perdere peso, ad esempio, è importante non porsi obiettivi come perdere 10 kg in un mese. E’ impossibile, oltre che deleterio per la salute. Con una dieta giusta, un’attività sportiva costante e tanto impegno riusciremo a raggiungere lo scopo. Preparate una tabella con tappe intermedie di obiettivi raggiungibili: in questo modo vedrete i risultati nero su bianco e vi sentirete più sicuri di voi.

Analizza gli errori

Non fa piacere a nessuno scavare nella propria vita alla ricerca dei propri errori; è necessario, però, per evitare altri fallimenti derivati da atteggiamenti sbagliati che potremmo ripetere in futuro.

Trova un hobby

Palestra, circoli letterari, club del cinema, corsi di ceramica o danza: scegli quello che ti piace e condividi la tua passione con altri! Se scegli un’attività sportiva, confrontati con chi è al tuo livello attuale e allenatevi insieme: la sana competizione con vista sul traguardo è un toccasana per l’autostima!

Potrebbe interessarti anche