Abiti da cerimonia per taglie forti: i modelli a cui ispirarsi [Foto]

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Le taglie forti di Elena Mirò

Chi lo dice che trovare gli abiti da cerimonia per taglie forti sia un problema? Però quando riceviamo una partecipazione tendiamo ad entrare nel pallone. Ammettiamolo andare a un matrimonio è piacevole ma quante seccature da mettere in conto, cominciando proprio dal dramma del “non ho niente da mettere”. E le cose si complicano se di recente abbiamo messo su qualche chilo di troppo e tutto quello che c’è nel guardaroba non ci sta bene.

Come scegliere l’abito da cerimonia curvy

Rispettare le proporzioni, ecco il segreto di un abito che cade a pennello. Meglio privilegiare linee morbide ma non troppo voluminose. Via libera ai colori  più cool di stagione, dal verde smeraldo al viola melanzana, passando per il rosso e tanti altri colori vitaminici: insomma non c’è che l’imbarazzo della scelta. Sfatiamo questo stupido luogo comune che una curvy debba necessariamente vestirsi di blu o di nero anche se senza dubbio i colori scuri tendono ad assottigliare la silhouette, ma non è detto che questi debbano essere gli unici colori presenti nel guardaroba di una curvy. Sicuramente è opportuno scegliere un abito a tinta unita, troppe fantasie o colori mescolati in un solo capo tendono a tagliare la figura, quindi a mettere in evidenza le forme. No alle rouche, ai volant e a balze di qualunque tipo perché conferiscono volume, in poche parole di certo non sfilano. Evitate quei tessuti, come il jersey, che hanno la tendenza a mettere in evidenza i punti critici, privilegiate invece quelli più morbidi come lo chiffon, che si adattano al corpo senza troppa aderenza sulle curve.

I modelli di abiti da cerimonia da privilegiare

Non basta scegliere il colore giusto, anche il taglio del vestito dovrà adattarsi alla vostra fisicità, quindi per quanto possa piacervi l’idea di indossare un tubino per una cerimonia, dovrete ripiegare su un abito che piuttosto che mettere in evidenza i punti critici, valorizzi le vostre curve nel modo giusto. Cominciamo dalla lunghezza: non necessariamente dovrete indossare un abito lungo, nulla vi vieta di scegliere un mini-dress sopra al ginocchio, l’importante è che l’abito cada in modo morbido e che la scarpa non sia troppo alta. In genere un tacco molto alto mette troppo in evidenza il polpaccio, che tende a contrarsi, meglio quindi una scarpa più easy, con un mezzo tacco comodo e squadrato. Se il matrimonio è di sera e la location è molto formale, la scelta non può che ricadere su un abito lungo in stile impero, quindi spezzato sotto al decolté che cada morbido lungo i fianchi, ai piedi, invece, un bel sandalo gioiello, anche altissimo visto che le gambe rimarranno completamente coperte.  In generale qualunque sia la vostra scelta ricordate che l’abito giusto non deve fasciare né pancia né fianchi, deve nascondere i punti critici ma mettere in risalto curve e decoltè.

LEGGI ANCHE:

Potrebbe interessarti anche