Accessori capelli sposa 2013: acconciature che lasciano il segno

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

L’acconciatura da sposa è una parte importantissima del look, perché è l’elemento che definisce il carattere dell’abito. Per esempio, una signora che scegliere uno stile “figlia dei fiori” potrà lasciare i capelli sciolti e non aggiungere altro, i fiori sono perfetti per le spose più romantiche e classiche, le tiare per chi ha in mente di assomigliare quanto più possibile a una principessa.

Come bisogna quindi scegliere il proprio accessorio? Prima di tutto è necessario definire l’acconciatura e questo passaggio va affrontato considerando sia i lineamenti del viso sia l’abito. Per esempio, se avete deciso di indossare un copri-spalle con colletto, sarà meglio raccogliere i capelli, mentre le spalle nude sono indicate per un semi-raccolto.

Il vostro parrucchiere dovrebbe chiedervi una foto del vestito o magari di portare, al momento delle prove, almeno il pezzo di sopra, quello usato per la chiesa. Veniamo ora agli accessori.

  • Fascia in tulle con applicazioni. È davvero un prodotto romantico e molto stiloso. Può assomigliare quasi a un turbante ed è indicato per una sposa giovane e soprattutto per un’acconciatura raccolta.
  • Tiara o coroncina. In questo caso non dovete far altro che decidere il look, perché la tiara sta bene un po’ con qualsiasi acconciatura (raccolta, semi-raccolta e sciolti come Kate Middleton). Evitate le corone e preferite delle file sottili di brillantini o perle.
  • Spille o mollette. Sono una soluzione molto chic e indicate con i capelli raccolti. Potreste applicarle lateralmente, magari sopra un orecchio in stile anni Venti, ma anche in cima alla testa, dove poi affrancare il velo o dietro attorno allo chignon.
  • Veletta. È di grande ritorno perché è sempre più diffuso il gusto del vintage. Possono essere di diverso genere (integrali, applicate a un cerchietto o una mollettina).

Foto | Etsy