24 Giugno 2022 |

Gravidanza, cosa non devi fare quando sei incinta

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il periodo della gravidanza è un momento abbastanza delicato per le donne e spesso ci si chiede cosa si possa fare e cosa è meglio evitare. Ma qualora la gravidanza non sia totalmente serena, è opportuno.  consultare il proprio ginecologo. Banditi sono l’alcol, attività fisica che possa mettere a rischio la gestazione. Anche il fumo non è contemplato.

Cosa si può fare

È consentito mangiare ogni cosa mantenendo una dieta varia e facendo attenzione a non eccedere con gli alimenti complessi. Si può, sotto la supervisione di un medico specializzato, effettuare vaccinazioni specifiche che non si sono fatte prima della gravidanza. È consentito viaggiare liberamente su qualsiasi mezzo di trasporto. Come attività fisica è meglio limitarsi a semplici camminate o nuoto ma non troppo lunghe e faticose.

Cosa non si può fare

  1. Evitare per il momento di iniziare o proseguire attività fisiche intense che possano affaticare il fisico. Assumere farmaci senza controllo medico nei primi tre mesi di gravidanza è molto più rischioso che in tutto il resto della gravidanza.
  2. Chi svolge un lavoro su turni dovrà essere esentato dal turno di notte (i datori di lavoro sanno che devono trovarvi un’altra tipologia di occupazione o evitarvi turni notturni). Evitare per quanto possibile sforzi fisici eccessivo alla schiena e ai muscoli del pavimento pelvico.
  3. Iniziare a limitare i periodi di stazionamento in piedi prolungato, prendersi quindi delle pause ripetute anche di pochi minuti. Respirare profondamente aiuta anche.
  4. Evitare di ricercare informazioni medico-scientifiche in racconti di amiche e parenti. Saranno tutte portate a raccontarvi i loro parti difficili o facilissimi. La gestazione è un periodo abbastanza soggettivo e non ci si può affidare unicamente alle testimonianze altrui.
  5. Limitare gli spostamenti molto lunghi con mezzi di trasporto quali il treno che non consente di fare soste.
  6. Ridurre al minimo possibile gli sforzi fisici, evitare traslochi e lavori pesanti. Se fosse possibile sarebbe indicato avere un aiuto in casa che possa aiutarla a tenerla in ordine. Evitare i viaggi lunghi in macchina, oppure se costrette a farli, fermatevi almeno un’oretta ogni 2-3 ore di viaggio e in ogni caso ogni volta che ne sentite la necessità.
  7. Si può viaggiare senza particolari impedimenti, purché questo non si traduca in qualcosa di più pesante da gestire. Da evitare viaggi lunghi in macchina e in aereo (le compagnie aeree spesso non imbarcano le donne al nono mese).
  8. Evitate il più possibile lavori faticosi e pulizie in casa molto pesanti. Evitare il più possibile lunghe notti insonni, c’è bisogno di riprendere energie da spendere per il parto e la cura del bambino.