Gravidanza settimana per settimana

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Cosa succede alla futura mamma e al bambino nell’arco delle 40 settimane di gravidanza? Innanzitutto, a scapito di equivoci, va detto che la durata della gravidanza si calcola a partire dall’ultima mestruazione, anche se in realtà, rispetto a quando avviene il concepimento l’attesa reale ne dura circa 38, in base a tali valori viene calcolata la data presunta del parto, ma come capita spesso, molte gestanti portano a termine la gravidanza anche alcuni giorni prima, o addirittura alcuni giorni dopo. Ma cosa succede durante i 9 mesi?

Dalla 1° alla 4° settimana di gravidanza

E’ il periodo in cui l’ovulo, appena fecondato, comincia a dividersi per formare un agglomerato di cellule, le blastocisti che si impiantano nell’utero e danno inizio alla gravidanza. Anche se in questa fase la pancia non si vede, il corpo in realtà sta già affrontando un lungo processo di cambiamenti che durerà 40 settimane: cominciando dalla produzione massiccia di ormoni che servono a ispessire l’utero. Inoltre in questa fase si potrebbero cominciare ad avvertire i primi sintomi della gravidanza.

Dalla 5° ala 10° settimana di gravidanza

Intorno alla quinta settimana di gravidanza l’agglomerato di cellule da cui nascerà il bambino, inizia ad assumere l’aspetto di un embrione grande all’incirca quanto un fagiolo. E’ il periodo in cui comincia a delinearsi il volto del bambino, successivamente tra la sesta e la settima settimana cominceranno a prendere forma muscoli, ossa e cervello, dita, occhi mani e piedi. Per le donne è anche il periodo in cui cominciano a verificarsi i primi sbalzi di umore, che tra il 9° e il 10° mese, periodo in cui l’embrione diventa un vero e proprio feto, diventano frequenti.

Dalla 11° alla 17° settimana

E’ il periodo in cui ormai si sta per entrare nel secondo trimestre e in cui i primi sintomi di gravidanza cominciano a scomparire, come le nausee ad esempio. In questa fase al bimbo stanno spuntando sopracciglia e capelli, ed è anche in grado di inghiottire e di percepire i rumori esterni della madre, ma l’udito non è ancora totalmente sviluppato. E’ anche il momento in cui, se ne avete intenzione, potete fare l’amniocentesi (entro e non oltre la diciottesima settimana). Intorno alla 14° settimana, inoltre, è possibile individuare il sesso del nascituro.

Dalla 18° alla 25° settimana di gestazione

In queste settimane il bambino comincia a sentire meglio, a muoversi più frequentemente, a reagire a fattori percepiti esternamente con calci, a urinare e dormire anche per 20 ore di seguito, quindi non allarmatevi se non sentite i suoi movimenti. Prosegue lo sviluppo di tutti gli organi interni, alla 24° settimana i tratti del bambino sono già ben sviluppati ad eccezione degli occhi, che tiene ancora chiusi, ma è alla 25° settimana che il bambino scopre la funzione del pianto.

Dalla 26° alla 33° settimana

Comincia a perfezionarsi il senso del tatto e comincia a fare i primi movimenti respiratori autonomi, e inizia la fase di autoregolazione del corpo, ma per le mamme è la fase in cui gambe, caviglie e piedi cominciano a gonfiarsi. Durante questo periodo, soprattutto a partire dalla trentaduesima settimana circa si comincia ad avvertire il singhiozzo del bambino, che al contrario di quel che può sembrare, è sinonimo di buona salute.

Dalla 34° alla 40° settimana della gestazione

L’ultima fase della gravidanza è quella in cui il bambino completa totalmente la sua formazione e perfeziona le funzioni vitali ma per le mamme è il periodo in cui la pancia diventa molto ingombrante, i piedi si gonfiano, situazione che peggiora di gran lunga durante l’estate, il peso del corpo si fa sentire e cominciano ance gli affanni per movimenti che in situazioni normali sono quasi banali. A questo punto ci si sta preparando al parto ed è il momento di preparare la valigia per l’ospedale.

 

Potrebbe interessarti anche