31 Dicembre 2018 |

Dieta vegana ai bambini? Se ben pianificata si può fare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Dieta vegana ai bambini sì o no? Ecco che cosa fare e come comportarsi con la sana alimentazione dei bambini.


Una dieta vegana consiste nell’evitare di mangiare qualunque tipo di alimento di origine animale. Niente carne, formaggi, uova, latte (come invece fanno i vegetariani). L’alimentazione vegana è fatta verdura, frutta, cereali, alimenti proteici vegetali (legumi e derivati), semi oleaginosi e frutta secca, grassi vegetali (in pratica rappresentati dall’olio extravergine di oliva.)

In questo periodo ho approfondito e sto approfondendo i principi della dieta vegana. Tema su cui tornerò e mi trovo d’accordissimo con quanto scritto nel mio libro “Come Nutrire Mio figlio“.

La dieta vegana ai bambini si può somministrare ma solo se ben pianificata. Che cosa significa?

Premesso che la dieta vegetariana, e vegana, ben pianificata è adatta a tutte le età, bisogna dire che ci sono alcune precauzioni da adottare e bisogna evitare il “fai da te”. Ciò vale anche per i bambini che praticano una dieta onnivora, soprattutto se non equilibrata, prevedendo un’integrazione di vitamine, nutrienti e minerali.

Andando a guardare bene anche in quei casi in cui ci sono stati “danni a bambini da dieta vegana”, si può notare che le diete praticate non erano vegane, ma diete auto (e mal) gestite e non bilanciate e integrate. Anche diete “normali” mal pianificate, infatti, causano danni.

Preciso che la dieta vegana (variante della dieta vegetariana con abolizione anche di latte e derivati e uova), contrariamente ad altre non adatte ai bambini, prevede per definizione l’integrazione con Vitamina B12 e Vitamina D omega 3 ecc.

I bambini ricoverati e che tanto clamore hanno fatto erano sottoposti a diete carenti di vitamina B12 e NON praticavano diete vegane ma diete autogestite, squilibrate. Così come sono squilibrate diete prive di verdure o diete con eccesso di zuccheri e cibo spazzatura.

Ricoveri sono, relativamente, frequenti anche per bambini a diete “libere” (descritti casi di scorbuto” da carenza di vitamina C.

Ma intanto dalla conoscenza della dieta vegana vengono importanti informazioni per i genitori e le famiglie che praticano una dieta “normale” onnivora che deve essere equilibrata e, come la vegana, “pianificata”. In una dieta vegana o onnivora ben pianificata devono essere presenti:

  • Acidi grassi essenziali (omega 3) vanno supplementari a chi non mangia pesce almeno 3 volte alla settimana
  • Bilancio del calcio va valutato in chi non assume latte
  • Vitamina B12 va integrata in chi (e non sono casi rari) non assume carne e pratica una dieta soprattutto lattea
  • La vitamina D va integrata in tutti i bambini allattati al seno.

I gruppi fondamentali degli alimenti propri della dieta vegetariana e vegana ben pianificata sono:

  1. verdura
  2. frutta
  3. cereali
  4. alimenti proteici vegetali: legumi e derivati
  5. semi oleaginosi e frutta secca
  6. grassi vegetali: in pratica rappresentati dall’olio extravergine di oliva, dai semi oleaginosi e dalla frutta secca.

Da rilevare anche che una dieta vegetariana ben pianificata, come peraltro qualsiasi dieta salutare, non dovrebbe prevedere l’utilizzo di cibi solidi o liquidi contenenti zuccheri aggiunti dall’esterno (es. saccarosio, destrosio, sciroppo di glucosio e fruttosio) e nemmeno dolcificanti.
Forme meno frequenti di diete e da non consigliare in età pediatrica sono:

  • dieta crudista: ammette esclusivamente cibi vegetali non sottoposti a trattamenti termici oltre i 42 °C. (Da distinguere dalla crudista non vegana, in cui si utilizzano latticini non pastorizzati e perfino carne e pesce crudi);
  • dieta fruttariana: dieta a base di frutta intesa come frutto dolce della pianta (mela, pesca, albicocca, ecc.), e ortaggi a frutto (pomodori, peperoni, zucchine, cetrioli, ecc.);
  • dieta macrobiotica: dieta a base di cereali integrali, verdura, frutta. Le fonti proteiche sono costituite da legumi e pesce; l’uso dei grassi, dei semi oleaginosi e della frutta secca è limitato;
  • dieta igienistica (sovrapponibile alla dieta vegana, da cui si differenzia per l’assenza d’integrazioni, di vitamina B12 in particolare).

Per saperne di più, visita il blog del Dott. Ferrando

Potrebbe interessarti anche