26 Ottobre 2018 |

Sos adolescenti: i rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quali sono per gli adolescenti i rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia ? Ecco perchè bisogna spiegare loro a cosa vanno in contro e come farlo.

Esistono davvero per gli adolescenti i rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia? E se sì, quali sono?


Tra le nuove mode degli adolescenti, infatti, pare esserci proprio questa: scambiarsi le password come prova di amicizia. Ma come mai i ragazzi e le ragazze di oggi hanno il bisogno di fare questo?

La condotta deriva da una delle caratteristiche di base dell’età adolescenziale e cioè il bisogno di definire il gruppo dei pari, gli amici e i compagni, come un valore assoluto cui fare riferimento. L’amicizia viene vissuta come qualcosa di sacro e che non finirà mai.

Tuttavia, se è vero come è vero che i rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia sono enormi, è anche vero che l’intenzione alla base non è affatto negativa o da demonizzare.

Punto numero due, gli adolescenti hanno bisogno di sperimentare, “stressare i sistemi”, sovvertire le regole e provare cose nuove. Quindi non aspettiamoci che un giorno smettano di farlo: non accadrà mai e se dovesse accadere sarà la fine. Detto ciò, vediamo quali sono davvero i rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia.

Rischio n. 1: e l’intimità?

Per parafrasare un giornalista che ha parlato già diversi anni fa dei rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia (e che ben spiega quali sono), possiamo dire che questa trovata adolescenziale è, per livello di intimità, come fare sesso. Questa definizione esprime bene quanto sia elevato il livello coinvolgimento cui si giunge scambiandosi “semplicemente” le password di uno smartphone, dei social o di account vari.

Rischio n. 2: la fine dell’amicizia

Farlo non dimostrerebbe proprio nessuna amicizia, in quanto il senso vero dell’amicizia è proprio il rispetto delle propria e altrui intimità e la capacità di aprirsi in un dialogo cuore a cuore.

In realtà, anche se gli adolescenti non se ne rendono conto, c’è da ricordare che questo comportamento mette a repentaglio non solo quell’amicizia che si vorrebbe dimostrare, ma anche e soprattutto il suo futuro.

Cosa accadrebbe nei casi di un litigio? E se lo scoprissero i genitori? O se lo venisse a sapere un fidanzatino o un altro amico? Sono tutte cose che bisogna prevedere prima di fare una cosa del genere.

Rischio n. 3: la violazioni dei dati personali e della propria rete

I tablet, gli smartphone, le chat e i profili social sono personali, pieni di dati visibili e non, e racchiudo informazioni private che, all’occorrenza, possono fare anche da tramite verso informazioni private di altri contatti, nonchè a tutta la rete cui siamo connessi.

Questa condotta, perciò, più che rendere trasparente l’amicizia, nasconde agli adolescenti i veri rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia, finendo per travolgere anche gli amici con effetti tanto imprevedibili quanto devastanti.

Le reazioni umane, infatti, non sono sempre scontate: a distanza di tempo da un innocente scambio delle password, ad esempio, può aprirsi una strada ai malintenzionati, nonchè a fenomeni di hackeraggio, phishing e cybercrime, proprio perchè, le nostre informazioni digitali non sono mai soltanto quelle che ricordiamo o vediamo ad occhio nudo, ma nascondono molto di più.

Non ne siete convinti? Allora, a tal proposito, si dovrebbe pensare che persino gli investigatori e la polizia, quando vogliono ottenere informazioni sui crimini o su una persona che risulta irraggiungibile, usano proprio gli smartphone e le chat: ciò vuol dire che i nostri strumenti digitali sanno di noi molte più cose di quelle che noi stessi crediamo di aver detto.

Ecco perchè mettere in guardia gli adolescenti in merito allo rischi dello scambiarsi le password come prova di amicizia è non solo doveroso ma anche precauzionale ai fini di evitare il peggio.

Infine, se proprio volete dimostrare l’amicizia che vi lega, abbiate il coraggio di dire di no alle mode senza senso. Come fate a capire se chi vi sta accanto è davvero amico? Semplice: al vostro no resterà lì con voi e vi apprezzerà ancora di più. Altrimenti… non era affatto vostro amico.

Potrebbe interessarti anche