11 Ottobre 2010 |

Yoga in gravidanza. Quali benefici?

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Lo Yoga è una pratica antichissima di origine orientale, ormai largamente diffusa anche in Occidente. Il termine sanscrito ha significato di “unione”, “congiunzione”, quella che dovrebbe permettere a corpo e mente di vivere in serenità all’unisono, in armonia con l’universo che ci circonda.

Perché viene praticato?
Nelle versioni giunte fino a noi, lo Yoga mira principalmente al rilassamento di corpo e mente, posti sotto stress da ritmi di vita sempre più frenetici, ma anche al mantenimento della forma fisica. In Occidente, infatti, alle tipiche tecniche di respirazione, vengono aggiunti anche esercizi fisici che permettono di scaricare la tensione e, al tempo stesso, di tonificare i muscoli.

Lo Yoga per le future mamme
Durante la gravidanza queste tecniche di meditazione e respirazione possono alleviare alcuni disturbi tipici legati a quei nove mesi di cambiamenti fisici e psichici, come nausea, gonfiori, piccoli disturbi circolatori e, soprattutto, aiutano a mantenere serenità e tranquillità mentale. Lo Yoga infatti aiuta la mamma a tenere lontane dalla mente paure e tensioni in favore di una profonda serenità interiore.

Ogni periodo della gravidanza ha le sue “posizioni yoga” che mirano ad obiettivi diversi; gli ultimi mesi, ad esempio, vengono eseguite posizioni che mirano ad insegnare il corretto modo di respirare e a rinforzare pelvi e schiena. La respirazione è importante poiché con la crescita del bambino il diaframma tende ad alzarsi, imponendo quindi alla mamma un ritmo respiratorio diverso.
Anche la tonicità muscolare trova giovamento dalle tecniche Yoga, e tornerà utilissimo anche dopo la nascita del piccolo perché sarà meno faticoso recuperare il proprio peso forma. Lo Yoga permette poi di apprende la giusta postura da tenere quando il pancione inizia a diventare più pesante, e inconsciamente, si cerca una posizione più comoda ma molto spesso deleteria per la colonna vertebrale.

Corsi di Yoga: dove praticarlo?
Lo Yoga ha il vantaggio di non richiedere un abbigliamento particolare o l’uso di macchine specifiche. E’ sufficiente indossare una tuta comoda e traspirante e avere un tappetino che renda più comoda la seduta.
In Italia negli ultimi anni sono nati molti centri Yoga che dedicano anche lezioni alle future mamme, spesso unite ai corsi pre-parto più tradizionali.
In commercio, inoltre, troverete molti testi esplicativi e dvd con posizioni semplici e regole base da seguire. Ovviamente le amanti dello Yoga già esperte dovranno dimenticare le posizioni spettacolari e complicate che potevano mantenere prima della gravidanza, ma di certo lo Yoga dolce, magari praticato con il vostro compagno accanto a voi, gioverà all’umore e all’amore!

Potrebbe interessarti anche