01 agosto 2018 |

Puppp, tutte le cause e i rimedi per la dermatosi in gravidanza

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Puppp

Avete mai sentito parlare di puppp? Si tratta di un disturbo che può comparire intorno alle 39esima settimana di gravidanza e che come sintomo principale ha il prurito. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle cause della puppp e sui rimedi per la dermatosi in gravidanza.

La puppp, acronimo di Pruritic Urticarial Papules and Plaques of Pregnancy, è una patologia che colpisce le donne incinte. È uno sfogo cutaneo in gravidanza che compare in prossimità delle smagliature dell’addome e che causa forte prurito. Il rush cutaneo può anche estendersi in altre aree del corpo come braccia, gambe, seno o schiena.

Compare alla trentanovesima settimana, ma di rado può verificarsi la puppp di inizio gravidanza o la puppp post parto. Non esistono esami clinici in grado di diagnosticare la malattia, pertanto si valutano i sintomi. Papule, placche, vescicole ed eritemi fortunatamente durano poche settimane e difficilmente si ripetono nel tempo. Pur trattandosi di un disturbo non pericoloso, è comunque consigliabile consultare un medico alla comparsa dei sintomi. Non esiste una causa specifica ma questo tipo di dermatosi è dovuta allo stiramento della pelle sul pancione per via delle sue dimensioni.

Puppp: la terapia per combattere questo disturbo

La terapia per la puppp prevede l’utilizzo di creme a base di acetati di triamcinolone da applicare su consiglio del medico. Nei casi più insistenti il dottore potrebbe consigliare corticosteroidi da assumere per un paio di giorni. Questi rimedi per la puppp non presentano controindicazioni per il feto e, ad oggi, sono quelli più efficaci. È bene non praticare il classico fai da te al fine di evitare che questo disturbo fastidioso possa prolungarsi nel tempo.

Puppp: i rimedi naturali per alleviare il prurito

Esistono fortunatamente diversi rimedi naturali per la puppp che non sostituiscono il medico. Tali metodi infatti non curano la malattia ma cercano di attenuare il sintomo principale, ovvero il prurito.

I differenti rimedi naturali per combattere la puppp prevedono l’utilizzo di impacchi da applicare sulle zone interessate. Attraverso del cotone idrofilo, inumidito con una soluzione rinfrescante come quella alla camomilla, è sufficiente strofinare delicatamente la pelle arrossata. Ecco quindi una serie di ricette che hanno l’obiettivo di alleviare il prurito.

Il primo rimedio naturale per il prurito è la miscela di miele e polvere di cannella. Si tratta di un semplice composto ottenuto utilizzando del miele sul quale si spolvera la cannella macinata. La sua applicazione crea uno strato protettivo che separa la pelle irritata dall’aria, annullando il prurito.

Un altro rimedio per il prurito della puppp è quello di utilizzare il succo di limone. In questo modo si disinfetta la parte interessata e l’infiammazione tende a scemare. L’unico inconveniente è il leggero bruciore iniziale. In alternativa è possibile utilizzare l’aloe vera.

Per combattere il prurito della puppp è possibile usare anche una miscela di aceto di mele ed acqua. Attraverso un panno è consigliabile detergere le zone interessate dal prurito; la sensazione di prurito dovrebbe sparire in pochi minuti.

LEGGI ANCHE:

Prurito alla pancia in gravidanza, cause e rimedi

I rimedi omeopatici in gravidanza, quelli da conoscere e quelli da evitare

Potrebbe interessarti anche