05 giugno 2018 |

5 cose che può fare il papà in sala parto

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quali sono le cose che un papà può fare in sala parto? Il momento della nascita del piccolo è sicuramente uno dei più attesi, ma anche più difficili. La futura mamma vive ansie e paure che il partner e i parenti cercano di sopire ed alleviare. Quando poi si arriva in sala parto, i timori e le perplessità aumentano. Si è molto discusso sul ruolo dei papà in questa circostanza: in passato era a loro precluso l’ingresso in sala parto, ma oggi le cose sono cambiate e sono molti i partner che decidono di seguire la compagna in questo delicato momento. Ma come può rendersi utile il papà in sala parto?

Papà in sala parto dopo il corso

Decidere di stare in sala travaglio insieme alla propria compagna è una scelta che va ponderata insieme. Se la partoriente preferisce un’amica, una parente o un’altra persona di fiducia è giusto lasciarla agire in tal senso. Chiunque decida di assistere la donna, comunque, non deve per forza avere specifiche conoscenze in fatto di travaglio. Tuttavia sarebbe bene che il futuro papà partecipasse al corso preparto: durante questi corsi si insegna alla donna a respirare correttamente e a gestire i momenti di stress. Allo stesso modo, si spiega al futuro papà che dovrà essere di supporto psicologico per la donna e gli si indica i giusti comportamenti da tenere. Se non si è pronti ad avere questo ruolo è meglio lasciare che sia qualcun altro ad accompagnare la gestante durante il travaglio.

Massaggi e tecniche di respirazione

Il papà può aiutare la donna in diversi modi durante il travaglio. Ad esempio può massaggiarle la zona lombare per consentirle di rilassarsi tra una contrazione e l’altra. Qualora la donna si senta particolarmente stanca, poi, può offrirle una caramella o una zolletta di zucchero. Ancora, le può rinfrescare il viso con una spugnetta bagnata e aiutarla nelle tecniche di respirazione apprese al corso preparto.

Musica soft e posizione giusta

Ci avete mai pensato? Anche la musica può aiutare la donna a rilassarsi durante il travaglio. Ovviamente va scelta una melodia insieme alla propria compagna. Se questa ha optato per il parto in acqua, poi, il tutto può essere ancora più bello. Il futuro papà può aiutare la donna nella scelta della posizione giusta da assumere durante il parto. Alcune donne optano per quella classica, altre potrebbero preferire persino di partorire in piedi.

Contatto col personale medico

Tra i compiti del futuro papà in sala parto c’è anche il ruolo di complice e di mediatore. Avere contatti continui con il personale medico permette di far fronte alle richieste e alle esigenze della donna. Occorre, quindi, che il compagno sia vicino alla donna e che riporti all’ostetrica eventuali turbamenti o difficoltà; ovviamente, il tutto deve essere fatto con calma, senza pressioni o maleducazione nei confronti del personale medico. Il parto è un momento delicatissimo per la donna! Il compagno della gestante deve essere calmo e gestire la situazione senza apportare ulteriore stress. Deve, quindi, rispettare sempre la volontà della donna: per esempio, se la partoriente aveva chiesto un massaggio ma cambia idea e non vuole più essere toccata, deve farsi indietro senza insistere ulteriormente. Bisogna che sia in grado anche di accettare improvvisi malumori e momenti di rabbia o frustrazione, senza offendersi o scoraggiarsi. In alcuni casi deve limitarsi a non fare nulla, sapendo che la sua sola presenza silenziosa è già di aiuto e di conforto.

Precauzioni per il papà in sala parto

Per ragioni di igiene le strutture sanitarie chiedono alcune precauzioni alla persona che assiste al parto. In molti casi per poter entrare in sala travaglio è necessario presentare il risultato negativo del test della salmonella. In sala parto, poi, solitamente si chiede all’accompagnatore di indossare camice, cuffia e mascherina. Dal momento, però, che le procedure possono cambiare da struttura a struttura è meglio informarsi per tempo presso l’ospedale prescelto.

Leggi anche:
Le canzoni più rilassanti da ascoltare in sala parto
5 consigli per il papà per affrontare i primi giorni dopo il parto

Potrebbe interessarti anche