02 maggio 2018 |

Come giocare a quidditch? Ecco le regole per piccoli Harry Potter

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Come giocare a quidditch? Ecco le regole da seguire per piccoli Harry Potter! Che siate fans del maghetto o che abbiate semplicemente visto qualche volta uno degli episodi ispirati alle avventure del mago più famoso del mondo, sicuramente non avete potuto fare a meno di desiderare di prendere parte alle lezioni di quidditch tenute nella scuola di magia di Hogwarts. Ma come funziona questo sport così strano e quali sono le regole da seguire per gli amanti della saga di Harry Potter che vogliono iniziare a giocare a quidditch?

Per chi non avesse mai sentito parlare di questo strano e pazzo sport, il quidditch, è una via di mezzo tra il basket, il rugby e il dodgeball, con la particolarità che i giocatori si muovono sul campo a bordo di scope. Non solo i grandi, ma anche i piccoli babbani amanti della magia potranno quindi divertirsi e giocare a quidditch seguendo alcune semplici regole variabili in base all’età, che in genere si aggira tra gli 8 e i 14 anni.

Ma come funziona il gioco del quidditch e quali sono le regole per piccoli Harry Potter? Nel quidditch i partecipanti – sette per ogni squadra, di cui tre cacciatori, due battitori, un portiere ed un cercatore – si danno battaglia su un campo da gioco sul quale sono obbligati a tenere una scopa o un bastone di pvc tra le gambe. I giocatori possono tenerlo con una o due mani o anche soltanto stringendolo tra le cosce, ma l’importante è che non cada mai per terra.

Alcuni cerchi più o meno grandi formano poi le porte e l’obiettivo del gioco è catturare una piccola sfera chiamata “boccino” per vincere e mettere fine alla partita. In realtà, però, il boccino è una persona in carne e ossa, alla cui schiena viene fissato un calzino con all’interno la pallina. Naturalmente il boccino non deve farsi catturare dai cercatori, perciò deve correre nel campo con lo scopo di non farsi prendere da nessuno: può ingannare, mettere gli avversari fuori gioco o utilizzare qualsiasi altra strategia pur di prolungare la partita il più possibile.

Alle due estremità del campo di gioco si trovano le porte circolari protette dai portieri, il cui compito è quello di evitare che i cacciatori riescano a segnare facendovi passare attraverso la pallina pluffa. A rendere tutto più complicato è la presenza dei bolidi, due palle metalliche e stregate che bersagliano i cacciatori. Proprio qui entrano in gioco i battitori che, armati di un bastone, devono proteggere i cacciatori della propria squadra dagli attacchi dei bolidi. I cercatori, uno per ogni squadra, sono invece impegnati nella ricerca del boccino d’oro che, se catturato, assicura la vittoria finale alla squadra che se ne è impossessato.

L’ultima regola del gioco quidditch prevede ci siano almeno quattro giocatori appartenenti allo stesso genere, dunque almeno quattro maschi o quattro femmine. Ai piccoli Harry Potter non resta altro che spolverare la propria scopa e prepararsi alla gara!

Leggi anche:
I libri fantasy e di fantascienza più belli di sempre
La mostra su Harry Potter arriva a Milano: ecco cosa bisogna sapere

Potrebbe interessarti anche