08 Gennaio 2019 |

10 cose che non sai di Mara Maionchi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Mara Maionchi è uno dei personaggi del mondo della televisione e della musica più amati di sempre. Grazie alla sua ironia e alla sua verve dal 2008 è ospite fissa in programmi televisivi e Talent Show dove spesso si ritrova a fare da giudice. Ma sappiamo veramente chi è Mara?

1.Mara Maionchi: età, infanzia e primi lavori

La Maionchi nasce il 22 aprile 1941 a Bologna ed è la secondogenita e ultima figlia della famiglia. La sua infanzia è felice, ma capisce fin da giovane che il mondo della scuola non fa per lei e decide nel 1959 di abbandonare gli studi. Nonostante ciò si rimbocca le maniche ed inizia a lavorare per diverse aziende, tra cui una società di spedizioni, una ditta di prodotti antiparassitari ed una ditta di sistemi antincendio. Nel 1967 inizia invece la sua vera carriera nel mondo della discografia con la Ariston Records per la quale diventa in poco tempo direttrice artistica.

2.Il marito di Mara Maionchi

Durante il suo periodo nel mondo delle case discografiche, Mara incontra Alberto Salerno, paroliere e produttore discografico. I due si sposano nel 1976 e nel 1983 danno vita alla loro prima casa discografica: Nisa. Con la nuova etichetta Mara ed Alberto scoprono tanti talenti, tra cui Tiziano Ferro, producendo con lui i suoi primi tre album. Moglie e marito non fanno molte apparizioni in tv insieme, Alberto Salerno è infatti molto più riservato di Mara. Le poche volte in cui i due compaiono insieme, però, non possono che suscitare risate e tenerezza mostrando il loro rapporto fatto di tanti “Vaffa!” e amore.

3. I figli di Mara Maionchi

Alberto e Mara hanno due figlie: Giulia (1977) e Camilla (1981). Le due donne non appaiono spesso in televisione ma lavorano a fianco dei genitori per la loro ultima etichetta, Non ho l’età, nata nel 2006. Ad oggi Mara è anche una fiera nonna di tre nipoti: Niccolò e Margherita, figli di Giulia, e Mirtilla, figlia di Camilla.

4. Mara come giudice in diversi talent

Mara Maionchi ha iniziato a comparire in diversi programmi televisivi, ma è dal 2008 che la sua carriera è decollata partecipando per la prima volta come giudice a X Factor Italia. Dopo la consacrazione come giudice divertente e diretta, sono stati tantissimi i programmi a richiedere la sua presenza, tra cui: Attenti a quei due – La sfida, Amici di Maria De FilippiFestival di Castrocaro, Io canto, The winner is, Sanremo Young. 

Dopo essere tornata nel 2018 al fianco di Manuel Agnelli, Fedez e Lodo Guenzi a X FactorMara Maionchi parteciperà alla prossima edizione di Italia’s got talent con i comici Frank Matano e Claudio Bisio e alla nuotatrice Federica Pellegrini.

5. La carriera radiofonica di Mara Maionchi

Oltre alla sua carriera discografica e televisiva, dal 2014 Mara ha iniziato parallelamente anche quella di speaker radiofonico. Fino al 2016 ha infatti lavorato per Radio 105 con il programma Benvenuti nella giungla, dove insieme a Gianluigi Paragone e Ylenia trattava ogni giorno un tema diverso. Politica, cultura, musica, sport, economia… qualsiasi fosse il tema Mara sapeva parlarne con ironia e ovviamente senza peli sulla lingua.

Nel 2018, invece, ha iniziato una collaborazione con RTL 102,5 con il programma Miseria e nobiltà, che va in onda da lunedì al venerdì dalle 13 alle ore 15. Con lei anche Paolo Cavallone e Conte Galè che affrontano un argomento diverso ogni puntata, raccontandolo da diversi punti di vista.

6. I libri di Mara Maionchi

La Maionchi, nonostante una vita piena, ha avuto modo di pubblicare anche tre libri. Il primo, uscito nel 2009, si intitola Non ho l’età e racconta della sua vita nel mondo discografico e riporta tanti aneddoti, come quella volta che giocò a poker con Battiato oppure quella in cui andò al supermercato con Lucio Battisti. La seconda pubblicazione, diventata un best seller, è invece Il primo anno va male, tutti gli altri sempre peggio in cui racconta in modo divertente e diretto cosa vuol dire essere sposati, in particolare con un uomo come Alberto Salerno. L’ultima uscita di Mara in libreria è invece un libro a quattro mani scritto con Rudy Zerbi, dal nome Se non sbagli non sai che ti perdi. 13 consigli per chi non vuole smettere di sognare. Il testo vuole essere una guida vera e propria rivolta ai millenials ma non solo. Lo scopo è aiutare chi vuole percorrere una strada nella vita, anche se non sa ancora quale, e cerca di capire come farlo.

7. Interpretazioni cinematografiche

Lavora per la sua etichetta discografica, in televisione, in radio e scrive libri, ma c’è sempre un po’ di spazio libero nella vita di Mara, che questa volta ha concesso al cinema. La sua prima apparizione sul grande schermo è ne La banda dei Babbi Natale, diretto da Paolo Genovese con la partecipazione del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo. Nel film Mara è la suocera di Giovanni, che vede di cattivo occhio il genero, tanto da punzecchiarlo sempre.

8. Il tumore al seno

Nel 2015 durante il suo programma radiofonico Mara confessa di aver avuto per ben due volte un tumore al seno. Dopo aver passato questo momento della sua vita, per lei devastante, ha dichiarato di stare bene e che ad oggi capisce molto di più cosa vuol dire godersi ogni momento e non avere certezza di quello che succederà domani. La donna ha rivelato inoltre di aver scoperto la malattia grazie ad un sogno premonitore in cui non vedeva e sentiva niente. Dopo questo episodio ha subito prenotato una visita dall’oncologo e scoperto il suo tumore al seno.

9. La strada politica di Mara Maionchi

Non tutti sanno che Mara Maionchi ha quasi avuto una carriera politica. Dal 1997 al 1999 è stata infatti assessore ai servizi sociali nel comune di San Fermo della Battaglia, dove risiedeva in quel periodo. Nel 2001 ha invece sfiorato la nomina di sindaco dello stesso comune, perdendo di poco contro il candidato vincitore, Pierluigi Mascetti.

10. Mara Maionchi e la filantropia

Mara è da sempre molto sensibile alla filantropia e ha partecipato diverse volte come sponsor e volto di campagne benefiche. Tra queste troviamo quella del GILS, ovvero Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia. Da sempre attenta alla prevenzione medica e soprattutto quella femminile, Mara si ritiene onorata di essere una testimonial di una causa così importante e partecipa spesso agli eventi dell’ente.