9 consigli per un albero di Natale a prova di gatto

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ecco 9 consigli per un albero di Natale a prova di gatto! Chi possiede un gatto sa bene che il micio è portato a giocare con palline e addobbi, ad appendersi ai rami dell’albero e addirittura a farlo cadere. Ma quali sono le strategie per fare un albero di Natale a prova di gatto? Scopriamo alcuni consigli utili!

Per un albero di Natale a prova di gatto ci sono 9 consigli/regole che dovete seguire:

1) Preferire un albero di Natale non troppo grande

Un albero di Natale piccolo o di medie dimensioni è più sicuro di uno molto grande. Questo perché, se l’albero dovesse rovesciarsi, il micio si farebbe meno male. Per tenere lontano il gatto dai rami dell’albero di Natale un consiglio è quello di cospargerli con un po’ di citronella, aroma non particolarmente gradito ai gatti.

Albero di Natale 240 cm

100 palline natalizie in plastica

12.87 €

50 candele citronella

6.68 €

2) Posizionare l’albero in modo strategico

La cosa più ovvia è mettere l’albero di Natale in una stanza inaccessibile al gatto. Ad ogni modo, è bene collocare l’albero in una posizione che sia lontana da appigli che possano far saltare facilmente il gatto sull’albero, come ad esempio tavoli, scaffali, mobili e mensole.

3) Evitare alcuni tipi addobbi per l’albero di Natale

Se avete un gatto in casa dovreste orientarvi sugli addobbi per l’albero in plastica o in legno, su quelli fatti all’uncinetto oppure su decorazioni natalizie in feltro, in stoffa o di carta. Evitate poi nastri e fili decorativi che possano pendere dall’albero, così come le decorazioni da mangiare, come ad esempio quelle con il cioccolato. Inoltre non addobbate l’albero con candele o neve artificiale, in quanto potenzialmente tossica per il micio. Cercate di fissare tutti gli addobbi in modo sicuro se volete un albero di Natale a prova di gatto.

4) Aspettare prima di far vedere l’albero di Natale al gatto

Per un albero di Natale a prova di gatto evitate di addobbarlo davanti a lui, altrimenti il vostro micio darà per scontato che palline e addobbi vari siano giochi fatti apposta per lui. È importante, quindi, resistere alla tentazione di far giocare da subito il gatto con le decorazioni addobbare per l’albero.

5) Disporre le decorazioni più delicate in cima all’albero

Se proprio non riuscite a resistere ad addobbi particolari e delicati, per un Natale a prova di gatto, cercate di disporli sulla cima dell’albero di Natale, in modo tale che il vostro gatto faccia più fatica a raggiungerli.

6) Realizzare una base per l’albero sicura

Una base sicura per l’albero di Natale è fondamentale se si hanno in casa animali domestici. Perciò, dopo aver scelto il vostro albero di Natale, assicuratevi che la base sia ben solida e a prova di gatto. Il vaso o la base che sorregge l’albero di Natale deve infatti limitare il rischio che questo si capovolga; potete inoltre mettere delle bucce d’arancia o delle pigne profumate di citronella attorno alla base, in modo che il gatto non si avvicini troppo all’albero.

7) Preferire gli alberi di Natale artificiali

Se avete un gatto in casa preferite gli alberi di Natale artificiali oppure optate per alberi di Natale da soffitto: l’albero vero e proprio potrebbe avere aghi pungenti in grado di ferire il micio. Inoltre, se ingeriti, gli aghi dell’abete possono creare danni alla salute del gatto e per questo motivo è consigliabile pulire quotidianamente lo spazio intorno all’albero per raccogliere gli aghi caduti.

8) Evitare le luci sull’albero di Natale

Mettere le luci sull’albero di Natale quando si ha in casa un gatto è potenzialmente rischioso. È consigliabile spegnere le luci dell’albero se non si è presenti in casa, evitando di lasciarle penzolanti e facili da raggiungere per il gatto.

9) Aspettare prima di mettere i regali sotto l’albero

I pacchetti e i nastri che in genere avvolgono i regali di Natale attirano molto i gatti. Proprio per questo motivo è meglio aspettare prima di mettere i doni sotto l’albero di Natale!

 

Leggi anche:
Arredare casa a misura di cane e gatto, idee e soluzioni di design
5 cose da sapere prima di adottare un gatto

Carmela Giglio

Potrebbe interessarti anche