05 Gennaio 2022 |

Cosa si mette nella calza della Befana?

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Che siate grandi o piccini, buoni o cattivi,  a tutti fa piacere ricevere la calza della Befana piena, oltre che di carbone, anche di tanti golosi dolcetti. Tante idee golose  fai-da te da realizzare in casa per riempire la calza della Befana. Ecco come prepararsi all’ultima delle feste che chiudono il periodo natalizio preparando in casa alcune golosità che piaceranno tanto sia agli adulti che ai bambini.

La calza della Befana

Anche se, ormai,   in commercio esistono  tantissime calze già pronte da regalare, perché non cimentarsi nella preparazione di dolcetti deliziosi e facilissimi da realizzare  con cui riempire  una calza della Befana fai da te ? 
Quelle che di seguito vi proponiamo sono  alcune  ricette di dolcetti, cioccolatini e tanto altro che potete usare per riempire le calze magari da alternare anche ad altri dolciumi già pronti.

 

Croccante alle mandorle

 

Ingredienti

  • 300 gr di zucchero
  • 300 gr di mandorle pelate
  • Olio

 

 

Prendete una pentola capiente e mettete dentro lo zucchero e le mandorle, fate cuocere a fuoco medio mescolando spesso fino a quando lo zucchero comincerà a sciogliersi, mescolate in continuazione finchè la preparazione sarà di un bel color caramello. Trasferite il caramello con le mandorle in un piano di marmo unto con l’olio, poi con l’aiuto di due spatole lavorate il composto, quando notate che sta per asciugarsi formate la classica tavoletta rettangolare ad un’altezza di circa 2 centimetri. Fate asciugare il croccante e poi tagliatelo a pezzi. Confezionatelo in bustine trasparenti e conservatelo in barattoli di vetro.

Torrone casalingo

Ingredienti

  • 500 gr di zucchero
  • 50 gr di mandorle dolci e 50 gr di nocciole
  • 200 gr di miele ( o sciroppo di agave)
  • 10 albumi ( o acqua faba)
  • 20 gr di burro ( o margarina vegetale)
  • 2 fogli di carta di riso

Prendete una pentola e mettete tutto lo zucchero, poi coprite con l’acqua e cuocete a fuoco dolce fino ad avere un caramello denso. Pelate e tostate mandorle e nocciole in una padella o se preferite acquistate quelle già tostate, il prezzo è praticamente uguale.
Montate gli albumi ( o l’acqua faba) a neve ben fredda. Quando lo sciroppo sarà quasi freddo aggiungetevi il miele, gli albumi montati a neve, portate nuovamente sul fuoco per far caramellare la preparazione, aggiungete mandorle e nocciole e burro e mescolate bene. Prendete uno stampo e mettete uno dei fogli di carta di riso, versate il composto e livellatelo, poi ponete sopra l’altro foglio di carta di riso, fate raffreddare e prima che si indurisca completamente tagliatelo a rettangolini.

Cioccolatini “Ferrero Rocher” fai-da-te

 

Ingredienti

  • 250 gr cioccolato al latte
  • 15 cl panna (vegetale)da montare
  • 50 gr burro ammorbidito ( o margarina vegetale)
  • 225 gr cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio olio di mandorle
  • 100 gr nocciole tritate in modo grossolano

Spezzettate il cioccolato al latte e fatelo sciogliere a bagnomaria. Portate la panna ad ebollizione e poi incorporatela al cioccolato fuso, unite il burro e mescolate bene, fate intiepidire questo composto e poi mettetelo in una tasca da pasticceria, dotata di una bocchetta rotonda e liscia del diametro di 1,5 cm. Formate varie palline delle dimensioni di una noce, su un piatto coperto di carta da forno, mettetele in frigorifero per circa 12 ore.
Spezzettate il cioccolato fondente ed incorporatevi l’olio di mandorle, mescolate e fate raffreddare facendo attenzione che non indurisca. Mettete le nocciole spezzettate in un piatto e rotolarvi le palline di cioccolato tolte dal frigorifero una mezz’oretta prima, poi passate queste palline nel cioccolato fondente fuso, posizionatele sulla carta da forno e fatele asciugare. Quando i “rocher” saranno duri e asciutti confezionateli come preferite. Potete decorarli con il cioccolato bianco o con noccioline tritate.