24 Novembre 2019 |

Dado fai da te, tre ricette per prepararlo in casa

di Claudia Scorza

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ingredienti di qualità selezionati e di cui conosci la provenienza per insaporire i cibi con aromi naturali e senza conservanti

Il dado è un elemento molto utilizzato nella cucina di tutti i giorni perché è un concentrato di sapore che aiuta a rendere i piatti più sapidi senza dover mettere tanti singoli ingredienti diversi.

Sul mercato ce ne sono di molti tipi e di molte marche, ma cosa c’è di meglio di realizzare i dadi fai da te in casa?

È semplice e sano visto che prevede l’utilizzo di ingredienti scelti personalmente da voi, garantendo qualità e conoscenza della materia prima e si conservano comodamente in frigorifero o nel congelatore. Ideali per le pappe dei bambini e per gestire al meglio la quantità di sale se segui una dieta iposodica ma senza rinunciare al sapore.

Ti proponiamo tre versioni per un insaporitore da fare in casa: vegetale, con carne o un fumetto ristretto per i piatti a base di pesce.

La ricetta del dado vegetale fatto in casa e come conservarlo

Ingredienti:

  • 2 zucchine
  • 3 carote
  • 1 porro
  • 1 cipolla
  • 200 gr di sedano
  • 3-4 coste di bieta
  • 15 pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • rosmarino, salvia, erba cipollina, basilico q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 6 cucchiai di sale fino

Preparazione:

Iniziate a preparare il dado vegetale fai da te lavando bene tutte le verdure e le erbe aromatiche; poi sminuzzatele finemente e versatele in una pentola antiaderente con il sale, il vino e l’olio. Continuate la cottura lenta per circa 50 minuti. Una volta ottenuto un composto piuttosto denso, rendetelo omogeneo con l’utilizzo del frullatore ad immersione. Lasciatelo raffreddare e suddividetelo in pratiche vaschette per i cubetti di ghiaccio così da poterlo congelare in tanti piccoli dadi monoporzioni.

la ricetta del dado di carne fai da te e come conservarlo

Ingredienti:

  • 350 gr carne macinata
  • 300 gr carote, cipolle, sedano verde (peso netto, esclusi gli scarti)
  • 300 gr sale grosso
  • 30 gr vino rosso
  • 3 foglie salvia
  • 1 ramo rosmarino
  • 1 ciuffo prezzemolo
  • 1 spicchio aglio

Preparazione:

Pulite le verdure, lavatele e pesatele, assicurandovi di averne 300 gr. Mettete il tutto nel mixer e tritatelo finemente; versate il trito in una pentola con l’aglio e gli aromi tritati e poi aggiungete la carne macinata. A questo punto aggiungete il vino e il sale grosso, accendete il fuoco e fate cuocere il composto per circa 30-35 minuti a fuoco medio con il coperchio. Una volta cotto, fate raffreddare e frullate meglio il tutto fino ad ottenere un composto ben omogeneo. Versate il dado di carne fatto in casa in un barattolo o in una vaschetta portaghiaccio e conservate in frigorifero o in freezer.

La ricetta del dado di pesce fai da te e come conservarlo

Ingredienti:

  • 250 gr merluzzo
  • 150 gr spigola
  • 70 gr gamberi
  • 100 gr carote
  • 100 gr sedano
  • 60 gr cipolle
  • 200 gr sale grosso
  • prezzemolo q.b.
  • 1 spicchio aglio

Preparazione:

Per preparare il dado fai da te di pesce, prendete il merluzzo, la spigola e i gamberi puliti ed eviscerati e metteteli in una casseruola facendoli tostare per circa 3 minuti fino a quando saranno appena ammorbiditi. Togliete la pentola dal fuoco e lasciate raffreddare il fondo di cottura. Ora tirate fuori il pesce e pulitelo accuratamente togliendo le lische e i carapaci. Una volta pulito, rimettete il pesce nella casseruola e unite la cipolla, l’aglio, il sedano e le carote tritati finemente. A questo punto aggiungete il sale e mescolate bene, poi lasciate cuocere a fuoco basso per circa 30-40 minuti tenendolo umido con dell’acqua per non farlo asciugare troppo. Una volta cotto, trasferite il composto in un mixer da cucina e frullatelo fino ad ottenere una vellutata. Aggiungete il prezzemolo tritato e lasciate raffreddare il dado. Distribuite il composto in una vaschetta portaghiaccio per averlo a portata di mano all’occorrenza o mettetelo in un vasetto che conserverete per qualche giorno in frigorifero.

Leggi anche: