17 dicembre 2011 |

Natale: ricette con foto

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il Natale è sempre più vicino e già si pensa a cosa preparare per il pranzo in famiglia. Tra le tante ricette della tradizione italiana c’è sicuramente il pranzo adatto a voi e Donnaclick oggi vuole proporvi un menu di Natale a base di pesce, ottimo anche per il cenone della Vigilia! Dall’immancabile antipasto al primo gustosissimo, passando per un secondo tipicamente italiano fino ad un dolce irrinunciabile, questo menu non deluderà chi vuole unire la tradizione dei nostri sapori e una piccola rivisitazione del solito pranzo. Tra i tanti regali che possiamo fare a Natale, un ricco pranzo è senza dubbio uno dei migliori!

Antipasto

Cocktail di gamberi

Ingredienti

  • 400 gr di gamberi
  • lattuga q.b.
  • prezzemolo q.b.

Per la salsa rosa

  • maionese
  • ketchup
  • sale
  • salsa tabasco
  • salsa Worcester
  • un cucchiaio di cognac

Preparazione

La salsa rosa è semplicissima da preparare, vi basterà mescolare gli ingredienti riportati facendo emergere il gusto che preferite. L’importante è che sia solida e compatta. Preparata la salsa, pulite e lavate i gamberetti (lasciate le code ad alcuni, per decorazione). Lessateli in acqua salata per 3 minuti, scolate e fate raffreddare. Lavate la lattuga, usate le foglie esterne più grandi ed integre come “letto” dei vostri gamberetti, da inserire sul fondo della coppa che conterrà le monoporzioni di gamberi. Ora, tritate l’insalata rimasta (soprattutto la parte centrale, più croccante) e ponetela sulla foglia d’insalata. Una volta che i vostri gamberetti saranno asciutti e freddi, versateli nella salsa rosa, mescolate e inseriteli nella coppa, al centro, sull’insalata tritata. Usate i gamberi con la coda per decorare, guarnite con il prezzemolo e servite.

Primo piatto

Maltagliati al ragù di pesce

Ingredienti

  • 200 gr di gamberi e gamberetti
  • 150 gr di platessa
  • 150 gr di trota salmonata
  • 400 gr di polpa di pomodoro
  • una cipolla
  • una carota
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 rametti d’aneto
  • una costa di sedano
  • olio extravergine d’oliva e vino q.b.
  • sale

Preparazione

Preparate o acquistate già pronta la pasta fresca all’uovo nel formato dei maltagliati. Preparate il ragù di pesce in questo modo: tritate finemente la cipolla, il sedano, l’aglio e la carota. In una padella fate cuocere il trito con un po’ di olio a fuoco dolce per circa 10 minuti. Aggiungete ora i gamberetti e, dopo 2 minuti, anche la trota pulita e tagliata a pezzetti. Lasciate cuocere per altri 2 minuti e quindi unite anche la platessa, anch’essa pulita e tagliata in pezzi. Altri pochi minuti e potete sfumare con il vino bianco secco, lasciare evaporare e aggiungere la polpa di pomodoro. Fate cuocere il sugo per 15 minuti a fuoco basso. Cuocete i maltagliati e, una volta pronti, buttateli direttamente nel sugo, lasciando che insaporiscano per qualche minuto. Terminate sminuzzando l’aneto e servite il piatto caldo.

Secondo piatto

Baccalà alla vicentina

Ingredienti

  • 400 gr di baccalà
  • 2 dl di latte fresco
  • 3 acciughe
  • 100 gr di farina
  • 200 gr di cipolle
  • 1/2 litro di olio extravergine d’oliva
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe
  • parmigiano

Preparazione

Dopo aver lasciato in ammollo il baccalà per almeno due giorni, potete pulirlo (eliminando pelle e lische) e tagliarlo a quadrati spessi. In una padella fate soffriggere la cipolla tritata con le acciughe, spegnete e aggiungete il prezzemolo tritato. Prendete una pirofila, mettete sul fondo qualche cucchiaio del soffritto che avete preparato; ora infarinate il baccalà, passatelo per qualche secondo nel soffritto per bagnarlo un po’ (il soffritto sempre spento!) e mettetelo nella pirofila. Una volta sistemato il baccalà nella pirofila, copritelo completamente con il latte e l’olio rimasto, aggiungete sale e pepe. Fate cuocere a fiamma molto bassa, per almeno 4 ore, senza mai mescolare ma facendo roteare la pirofila sulla fiamma. Potete servire il baccalà alla vicentina sia caldo che freddo, anche accompagnato da fette di polenta.

Dolce

Ricciarelli

Ingredienti

  • 400 gr di mandorle sgusciate
  • 250 gr di zucchero
  • 200 gr di zucchero a velo
  • una bustina di vanillina
  • ostie
  • 2 albumi

Preparazione

Tritare completamente a polvere le mandorle e 150 gr di zucchero. Aggiungere il resto dello zucchero, la vanillina, 100 gr di zucchero a velo e i due albumi. Mescolare energicamente fino ad ottenere un composto omogeneo. Ora, con la pasta, date la tipica forma dei ricciarelli (lunghi circa 7 cm) e ponete l’impasto sulle ostie. Lasciate il composto sulla teglia da forno per 24 ore. Il giorno successivo, tagliate le ostie in eccesso, cuocete in forno a 60° per 15 minuti e spolverizzate con lo zucchero a velo.

Potrebbe interessarti anche