16 agosto 2011 |

Come pulire il pesce

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il pesce è uno degli alimenti più prelibati e squisiti al mondo. Spesso, però, la difficoltà di pulirlo e cucinarlo ci fa tentennare nel prediligerlo come piatto fisso della nostra alimentazione. In realtà, pulirlo è molto più semplice di quanto possa sembrare. Ecco come fare i poche mosse.

Occorrente

Procedimento

Tenendo il pesce con una mano, tagliare una per volta le pinne principali:

  1. Pinna pettorale
  2. Pinna ventrale
  3. Pinna caudale (coda)
  4. Pinna dorsale

Una volta ottenuto un pesce privo delle sue pinne, desquamarlo, utilizzando uno squamatore. Le squame vanno eliminate raschiandole nel verso opposto a quello del loro adagio al corpo.

L’ultimo passo della pulizia di un pesce è l’eviscerazione. Tagliare la pancia del pesce seguendo la linea verticale, dall’apertura anale sino alle branche. Asportare i visceri, pulendo attentamente la pancia sotto abbondante acqua corrente. A questo punto, il pesce è pronto per essere cucinato.

Nel caso di alici e alcuni pesci azzurri, la desquamazione non è necessaria. Più spesso è richiesta dalla ricetta, la decapitazione, come nel caso della marinatura a freddo. Il modo migliore per sapere quando procedere con l’una o con l’altra è leggere attentamente la ricetta.

Potrebbe interessarti anche