13 giugno 2014 |

Come conservare lo zenzero

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Come conservare lo zenzero in frigorifero e nel congelatore, per avere sempre a portata di mano una spezia particolare e dalle tante virtù benefiche.

Lo zenzero è una spezia molto usata, soprattutto in oriente, ma ormai di facile reperibilità anche da noi. Viene usata per dare un tocco particolare a molti piatti, ed è possibile acquistarlo fresco. Solitamente, le porzioni in vendita non vengono poi usate completamente nei piatti che vogliamo cucinare, dunque capita di avere qualche avanzo e di avere bisogno di conservarlo a dovere. Lo zenzero può essere conservato sia in frigo che nel freezer, vediamo come.

Conservare lo zenzero nel frigo

Se avete intenzione di usare il resto dello zenzero entro un paio di giorni, potete conservarlo in frigo. Oltre quel tempo, infatti, lo zenzero perde molto del suo caratteristico aroma e tende ad ammuffire. E’ importante che lo zenzero non si impregni degli odori del frigo, che comunque va sempre pulito e tenuto in ordine. Per conservarlo correttamente, dovete inserire lo zenzero un sacchetto a chiusura ermetica, avendo cura di far uscire l’aria prima di chiudere il sacchetto, e poi riporlo nel comparto delle verdure. Se ben sigillato, lo zenzero così conservato dura anche due settimane.

Conservare lo zenzero nel congelatore

Tagliate in porzioni lo zenzero, così potrete scongelare solo quello che vi occorre in base al piatto che volete preparare. Avvolgete le singole porzioni di zenzero nella pellicola trasparente, ben stretta affinché non penetrino umidità e aria. Ponetele, poi, in singoli sacchetti a chiusura ermetica, anche questi privati dell’aria interna. E’ preferibile congelare lo zenzero con la pelle esterna ancora intatta, si conserverà meglio e più a lungo.

Potrebbe interessarti anche