29 aprile 2014 |

Come conservare la marmellata

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Cimentarsi nella preparazione di ottime marmellate fatte in casa è un’attività che amano in molti, specialmente quando la primavera inizia ad offrire i suoi frutti migliori.  La conservazione, però, crea dei problemi proprio perché in casa non si hanno certo apparecchi industriali che permettano la perfetta tenuta delle nostre marmellate. Vediamo, dunque, come conservare la marmellata dopo averla preparata.

Procedimento

Per prima cosa, dovete sterilizzare i barattoli che conterranno le vostre marmellate. Per farlo, dovete metterli a bollire in una pentola piena d’acqua per almeno mezz’ora. Fatto questo, lasciate raffreddare l’acqua e prelevate i barattoli, che asciugherete con un panno di cotone pulito. Ora iniziate a riempire i barattoli con la marmellata ancora calda, badando di lasciare un centimetro di vuoto tra il tappo e l’ultimo strato. A questo punto, capovolgete il barattolo e lasciate raffreddare la marmellata. Una volta fredda, controllate che la procedura di sottovuoto sia andata a buon fine controllando il tappo: se il centro del coperchio risulta schiacciato e non crea alcun rumore, vuol dire che il barattolo di marmellata è perfettamente isolato e sterilizzato e potete riporlo in dispensa, in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Un altro modo per sterilizzare i barattoli pieni è quello che prevede una nuova bollitura, ma questa volta i barattoli saranno pieni di marmellata calda. Riempite una pentola con acqua fredda, mettete sul fondo una griglietta o un canovaccio (per evitare che i barattoli tocchino il fondo bollente della pentola), avvolgete ogni barattolo con un panno pulito e metteteli nell’acqua. La temperatura dell’acqua, per poter essere efficace, deve toccare i 90-100°, quindi se non siete sicure procuratevi un termometro da cucina. La durata di questo procedimento dipende da quanto pesano i vostri barattoli di marmellata, poiché occorrono:

  • 20 minuti per i vasetti da 250 grammi
  • 30 minuti per i vasetti da 500 grammi
  • 45 minuti per i vasetti da 1 kg
  • un’ora per i vasetti da 1,5 kg

I barattoli vanno lasciati raffreddare nell’acqua di sterilizzazione ma se avete necessità di toglierli dalla pentola, allora sistemateli a testa in giù, vicini tra loro, coperti con un telo di cotone.

Anche dopo questo procedimento, la marmellata va conservata in una dispensa asciutta, in un luogo fresco e al riparo dalla luce. E’ buona norma scrivere la data di preparazione della marmellata, per evitare di consumare un prodotto preparato da troppo tempo. Solitamente, una marmellata preparata con molto zucchero, ben sterilizzata e ben conservata ha una scadenza di due anni, ma alcune possono essere consumate anche oltre quel tempo. Una volta aperta, la marmellata fatta in casa va conservata in frigo e consumata entro massimo una settimana.

Potrebbe interessarti anche