16 gennaio 2014 |

Galette des Rois ricetta con tutorial

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Galette des Rois ricetta con tutorial

Ingredienti

  • 600 gr. di farina
  • 250 gr. zucchero a velo
  • 5 tuorli
  • 300 gr. di burro ammorbidito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 vasetto marmellata di mirtilli
  • Carta oro e un giochino piccolo di metallo (la plastica si fonderebbe in cottura)

Preparazione

Per preparare la pasta frolla, mettete la farina, un pizzico di sale e il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, nel mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall’aspetto sabbioso e farinoso e poi aggiungete lo zucchero. Formate con il composto ottenuto la classica fontana nel cui centro verserete l’essenza di vaniglia, oppure una bustina di vanillina e i tuorli. Amalgamate velocemente il tutto fino a ottenere un impasto compatto e abbastanza elastico. Formate con l’impasto ottenuto una palla, avvolgetela con della pellicola trasparente e mettete il tutto a riposare il frigo per almeno mezz’ora.

Passata la mezz’ora, la vostra pasta frolla sarà pronta per essere stesa. Per rendere la pasta frolla più morbida, potete aggiungere all’impasto un pizzico di lievito o bicarbonato. Stendete la pasta in una teglia rotonda e lasciate 1/3 della pasta per la copertura. Stendete sulla base della torta la marmellata e nascondete il giochino di metallo nell’impasto di marmellata. Ricoprite la farcitura con la pasta rimasta e infornate a 180° per circa mezz’ora. Volendo potete spennellare la parte superiore con il tuorlo di un uovo. Ecco pronta la nostra Galette: ora decoriamola con una corona di cartoncino d’oro e prepariamoci a cercare la fetta fortunata che contiene la sorpresa.

Il tutorial è stato realizzato da Fiabe di Lucia.

Curiosità

Gennaio è un mese freddo e ricco di tradizioni. Gli ultimi tre giorni di gennaio sono detti “i Giorni della Merla”. Numerose leggende popolari e dicono che sia il periodo più freddo di tutto l’inverno, forse perché cade proprio a metà del periodo invernale. Questi giorni devono il loro nome a una vecchia leggenda che narra la storia di un gruppo di merli che, proprio in questi giorni di rigido freddo, videro trasformare il loro candido piumaggio in livrea nera. Pur di trovare riparo, i merli si rifugiarono in un camino e la fuliggine mutò il colore delle loro piume. Non dobbiamo poi dimenticare che nei giorni 15, 16 e 17 Gennaio si celebrano rispettivamente i Santi Antonio, Marcello e Mauro, meglio conosciuti come i “Mercanti della Neve”.

LEGGI ANCHE:

Potrebbe interessarti anche