04 Settembre 2021 |

Panelle e crocchè, quando lo street food parla siciliano

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • Panelle e crocchè  sono il simbolo del cibo da strada palermitano.
  • Le panelle si ottengono dalla farina di ceci mentre le crocchè dalle patate.
  • Vediamo insieme come si preparano.

Nonostante le sue umili origini, questa “ sfoglia” croccante,  sottilissima ottenuta con la farina di ceci, dal  gusto apparentemente “sciocco”, una volta lavorata con acqua, prezzemolo e sale e, poi,  fritta in olio bollente,  assume un sapore talmente invitante da diventare irresistibile.

 

Le origini delle panelle

Sembra  che la nascita di questo illustre rappresentante dello “street food ” risalga alle sperimentazioni gastronomiche  degli arabi, dominatori della Sicilia,  a cavallo tra il  IX e l’ XI secolo,  i quali, macinando i ceci, ottennero una farina che, mescolata all’acqua,  dava un impasto crudo, dal sapore non eccezionale che, però, una volta fritta, acquisiva tutt’altro sapore.

Come gustare le panelle
Per apprezzare al meglio il gusto delle panelle è preferibile mangiarle calde. Gli estimatori  preferiscono cospargere questi “croccanti  fazzoletti bollenti” di succo di limone per digerire meglio la  frittura.

Panelle e crocchè: connubio perfetto


Le panelle,  insieme alle “crocchè”,  sono l’emblema della sicilianità. Un buon panino con le panelle e crocchè è il miglior spuntino da strada che si possa gustare a Palermo, in grado di oscurare qualsiasi  “fast food” perché   alla velocità del pasto unisce un sapore unico ed inconfondibile impossibile da trovare altrove.

La ricetta delle panelle

Per tutti coloro  che volessero provare a prepararle in casa, di seguito,  riportiamo la ricetta delle panelle.

Panelle

Ingredienti
500 gr di farina di ceci
un litro e mezzo di acqua
sale

Fate sciogliere la farina a freddo nell’acqua. Appena sarà sciolta, cuocete a fuoco moderato e girando  fino a che il composto non si sia solidificato. Versate tutto il composto su una superficie  liscia e umida ( preferibilmente di marmo)  e lasciate raffreddare e solidificare per bene. Appena il composto è freddo e solido, tagliatelo a fette quadrate o triangolari di medio spessore e  friggetele in abbondante olio bollente. Servitele ben calde  condite con sale, pepe e limone e/o accompagnate da pagnotte con cimino (sesamo).