12 Agosto 2019 |

Kefir: la ricetta e tutte le proprietà e le controindicazioni per preparare in casa 2 ottime bevande fermentate a base di latte e acqua

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
kefir

Cos’è il kefir? Ti sveliamo perché è il probiotico naturale più strong

Cos’è il kefir

Iniziamo con il dire che kefir deriva dalla parola turca keyif, che significa: benessere dopo aver mangiato.

Originario del Caucaso, il kefir è tipico dei Paesi dell’ex Unione Sovietica e si presenta in maniera diversa a seconda della bevanda fermentata con effetti probiotici che si vuole ottenere: esistono infatti diverse ricette del kefir, che spaziano dal kefir di acqua al kefir di latte.

Con kefir si indicano sia i microrganismi per preparare la bevanda sia la bevanda stessa, è un probiotico che contiene almeno 56 diversi tipi di batteri e lieviti benefici per l’intestino.

In pratica il kefir è composto da grani composti da lieviti e batteri lattici bianchi mentre se sono trasparenti sono chiamati kefir d’acqua.

I grani di kefir si possono produrre partendo da un ceppo iniziale. Un po’ come accade per il lievito madre. 

i grani di kefir d’acqua non contengono glutine e se curati correttamente, i granuli di kefir d’acqua hanno una durata illimitata e possono essere utilizzati ripetutamente.

Proprietà del kefir

Grazie alla presenza di ceppi di batteri benefici e di lieviti, il kefir ha proprietà antibiotiche molto importanti, oltre ad essere ricco di vitamine, minerali e aminoacidi, in particolare vitamina B1 e B12, vitamina K2, calcio, magnesio, folati e fosforo.

Consumare kefir può apportare benefici a più livelli, dal rafforzamento del sistema immunitario alla prevenzione di stati allergici, dalla protezione dell’apparato uro-genitale alla regolarità dell’apparato intestinale, fino alla cura di acne ed eczemi se applicato direttamente sulla pelle.

Altamente energico, il consumo di kefir è particolarmente indicato per chi ha appena concluso una terapia antibiotica o è debilitato a causa di una brutta influenza. Inoltre, risulta ottimale per le donne incinte poiché contiene alti livelli di acido folico.

Il latte di kefir è una bevanda fermentata che si ottiene da latte di pecora, di vacca o di capra

Ricetta del kefir di latte

Come fare il kefir in casa? Esistono molti modi, ma la ricetta più attestata è quella che prevede l’utilizzo di latte fresco e fermenti, chiamati granuli di kefir, costituiti da un polisaccaride chiamato kefiran, che ospita colonie di lieviti e batteri che vivono in maniera simbiotica.

Il prodotto finale che si ottiene è simile allo yogurt ma con un sapore più acidulo.

Per preparare il kefir prendete:

•    50 gr di granuli di kefir di latte
•    mezzo litro di latte

Ponete i granuli di kefir in un contenitore di vetro provvisto di coperchio, versatevi all’interno il latte senza raggiungere il bordo del contenitore e chiudete.

Lasciate il contenitore a temperatura ambiente se è inverno, mettetelo in frigo se invece è estate o se la casa non è particolarmente fresca.

Se è estate bisogna porre il contenitore in frigo, se invece è inverno ponetelo in un luogo a temperatura ambiente.

Mescolate spesso e dopo 48 ore filtrate il composto per separare il liquido dai granuli. Il kefir ottenuto si conserva in frigorifero per una settimana circa.

Ricetta del Kefir di acqua

Il kefir d’acqua è facile da preparare, è una bevanda deliziosa, ricca di probiotici e senza lattosio.  che piacerà a tutta la tua famiglia. Per attivare le proprietà del kefir con l’acqua ti occorre lo zucchero di canna.

Dove comprare i grandi di kefir:

Li trovi in vendita  in molti negozi di alimenti naturali e spesso sono disidratati, questo significa che vanno reidratati un paio di giorni prima di usarli e le istruzioni sono riportate sul pacchetto. Noterai che una volta attivati i grani di kefir questi si moltiplicheranno e dunque sarai costretta a regalarli.

Gli utensili che devi preparare:

Un barattolo di vetro
Un cucchiaio di plastica o legno ben puliti
Un telo di lino o di cotone o un filtro da caffè di carta da utilizzare come copertura per il barattolo
Una fascia per fissare il rivestimento come un elastico o un anello di vetro.
Un filtro a maglia fine per rimuovere i grani dal kefir d’acqua

ingredienti
2 cucchiaini di grani per kefir d’acqua
30 gr. zucchero per litro d’acqua
750 ml di acqua (priva di cloro e fluoro)

 

Puoi procurarti i granelli di kefir d’acqua online o, come ho scoperto, da un vicino di Gumtree. Ti farà tornare indietro di circa £ 5.

Come procedere
Versa i 30 gr. di zucchero nel barattolo.
Aggiungi 250 ml di acqua calda.
Agitare per sciogliere lo zucchero.
Aggiungi 500 ml di acqua a temperatura ambiente (tra i 20 gradi C e i 28 gradi C)
Aggiungi i grani di kefir d’acqua
Copri il barattolo e mettilo in un luogo caldo a coltura per 24-48 ore.
Filtra e conserva i grani di kefir per riusarli nuovamente in un nuovo contenitore ripetendo la procedura. Puoi congelare i grani di kefir se non intendi usarli.

La cosa interessante è che puoi usare i grani d’acqua per produrre latte di kefir iniziando come metà acqua e metà latte e poi a mano a mano introducendo sempre più latte. I grani usati per ottenere latte di kefir, invece non possono essere usati per avere kefir d’acqua.

 

Controindicazioni del kefir

Le controindicazioni del kefir non sono molte e sono principalmente legate a chi soffre d’intolleranza al lattosio. Tuttavia, più il kefir resta a riposo più viene ridotto ulteriormente il contenuto di lattosio, risultando quindi più digeribile anche da chi è intollerante.

In generale, per evitare effetti indesiderati come crampi e stipsi, si consiglia un consumo giornaliero che non superi i 120 grammi, sia assunto al naturale sia come ingrediente per la preparazione di sfiziose ricette a base di kefir, dallo yogurt di kefir ai muffin, fino ad arrivare ai frullati di frutta fresca.

Leggi anche:

Claudia S.

Potrebbe interessarti anche