24 novembre 2017 |

Trucchi e consigli per usare le foglie di alloro in cucina

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ecco alcuni utili trucchi e consigli per usare le foglie di alloro in cucina in modo gustoso per godere al massimo del suo aroma e delle sue proprietà benefiche.

L’utilizzo dell’alloro ha origini antiche, tanto da essere stato protagonista nella mitologia greca e della storia romana e da diventare celebre anche per le sue innumerevoli proprietà benefiche.

In cucina è tra le erbe aromatiche più utilizzate, soprattutto nella dieta mediterranea, poichè è capace di donare ai piatti un sapore unico. Per sfruttare al meglio le sue potenzialità vi svegliamo tutto quello che c’è da sapere su questa erba aromatica e alcuni trucchi e consigli per usare le foglie di alloro in cucina al meglio.

Il sapore dell’alloro è molto deciso ed è quindi perfetto per valorizzare diversi piatti, dalla carne, soprattutto arrosti e selvaggina, alle minestre, in particolare quelle di legumi, fino ad arrivare al pesce, come gamberi, salmone e crostacei.

Un ottimo modo per utilizzare l’alloro in cucina è per la preparazione del court bouillon, un brodo ristretto realizzato aromatizzando acqua salata con sedano, carota e cipolla. È anche utilizzato per aromatizzare le castagne bollite e le patate al forno.

Inoltre, le sue foglie contengono un olio essenziale ricco di geraniolo, eucaliptolo e terpineolo, tutti elementi utili per ridurre tosse e catarro e alleviare i disturbi allo stomaco. L’alloro risulta anche un grande antinfiammatorio molto utile per combattere l’artrite e i reumatismi. Se, infine, volete sfruttare al meglio tutte le sue proprietà potete gustare un infuso di alloro, un ottimo digestivo che potete preparare mettendo due foglie di alloro in infusione per qualche minuto in acqua calda, dolcificando a piacere.

Il bello della pianta di alloro è quello di essere un sempreverde che si coltiva in vaso facilmente, risultando quindi perfetto per essere utilizzato sia fresco, direttamente nei piatti, che essiccato, conservandolo anche a lungo in un barattolo di vetro.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche