23 Gennaio 2017 |

Berberè: le proprietà, gli usi e la ricetta di questo mix di spezie africane

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
berberè mix spezie africane

Alla scoperta del Berberè: le sue proprietà, gli usi e la ricetta di questo mix di spezie africane che permette di preparare piatti unici con tanti benefici per la salute.

Berberè è il nome di un mix di spezie africane, utilizzato in Eritrea ed Etiopia per la preparazione del celebre piatto nazionale, lo spezzatino zighinì. La miscela in questione include spezie dalle innumerevoli proprietà: cardamomo, peperoncino, zenzero, chiodi di garofano, coriandolo, pimento, ruta comune, ajowan, a volte anche pepe lungo e fieno greco. Esistono essenzialmente due tipi di Berberè: quello con fieno greco e quello con cardamomo.

Proprietà del Berberè

Le proprietà del Berberè sono dovute alla somma delle singole proprietà delle spezie che lo compongono le quali, sapientemente miscelate nella zona del mondo chiamata Corno d’Africa, diventano una bomba di benefici per l’organismo.

C’è il cardamomo che spegne l’alitosi e profuma l’alito, lo zenzero che è un potente antinfiammatorio, i chiodi di garofano che sono antibatterici e antinfluenzali, il peperoncino che riattiva il metabolismo. Inoltre, il fieno greco vanta proprietà terapeutiche e dietetiche.

Ancora, l’ajowan è molto usato nella medicina ayurvedica, che lo trova utile in circa 40 condizioni patologiche diverse per le sue proprietà germicide, antispasmodiche e fungicide. In India, ad esempio, viene consigliato ai turisti per contrastare eventuali infezioni derivanti da acqua del rubinetto. Masticare un cucchiaio di semi e lavare la bocca con acqua bollente sembra sia un’efficace prevenzione. In Somalia e in Etiopia questa spezia è invece usata come vermifugo, mentre a Giava viene usata per indurre le mestruazioni dopo il parto. L’olio essenziale ottenuto dall’ajowan è utile per lenire i dolori reumatici. I semi bolliti in acqua (acqua di omam) sono utilizzati contro il mal di stomaco.

Usi in cucina del Berberè

Il Berberè, conosciuto in tutto il Corno ed in tutti i paesi islamici, compresi quelli che si affacciano sul Mediterraneo, ha poteri principalmente aromatizzanti ed esalta i sapori sia dolci che amari.

I Paesi interni dell’Eritrea e nelle campagne etiopiche prepareranno un Berberè senza cardamomo, mentre nelle città e sulla costa del Mar Rosso ne prevale l’uso che conferisce al Berberè un profumo particolare.

Il Berberè si può usare per speziare tanti cibi e pietanze e per incrementare l’uso delle spezie in cucina, aiutando anche ad eliminare sale e grassi.

Tuttavia, occorre valutare con attenzione l’uso del Berberè nella nostra alimentazione, non eccedendo nelle dosi a causa del suo gusto molto piccante. Lo si può utilizzare, pertanto, in modo più o meno parsimonioso per arricchire e insaporire svariati piatti, in particolari i secondi. Lasciando cuocere i sughi a fuoco basso con Berberè, inoltre, si potranno creare gustosi intingoli dal sapore piccante e particolarmente speziato.

Ricetta del Berberè

Ingredienti

  • 1/2 cucchiaino di fieno greco
  • 1/2 tazza di polvere essiccata di peperoncini
  • 1/4 di tazza di paprica
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cipolla in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cardamomo macinato
  • 1/2 cucchiaino di coriandolo macinato
  • 1/4 cucchiaino di noce moscata
  • 1/4 di cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/8 di cucchiaino di chiodi di garofano
  • 1/8 di cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/8 di cucchiaino di pimento

Preparazione

  1. Macinate finemente macinare semi di fieno greco in un macinino da caffè o elettrico
  2. Mescolate insieme agli altri ingredienti fino a quando saranno tutti combinati bene
  3. Conservate il mix di spezie in un contenitore ermetico fino a 3 mesi.

Leggi anche:

Le proprietà del coriandolo

Potrebbe interessarti anche