11 gennaio 2013 |

Ricette macrobiotiche facili con il farro: segreti della cucina Yin e Yang

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

In controtendenza alla vita veloce e sfrenata dei nostri tempi, che ci fa essere sempre di fretta, anche durante i pasti, si fa sempre più spazio sulle tavole italiane, alla Cucina Macrobiotica, una cucina che ha come scopo la nostra salute e il nostro equilibrio. Proporremo qualche facile ricetta da preparare con un ingrediente immancabile: il Farro.

Cucina macrobiotica cos’è

La Cucina Macrobiotica è una cucina basata su un consumo di alimenti, scelti e preparati con una certa attenzione, rispettando un preciso bilanciamento tra i componenti di un pasto.

Ciò, ci porta di conseguenza a provare un appagamento sano e in armonia con l’ambiente. Questa cucina prevede ad esempio di affettare i cibi finemente senza mai sbucciarli, di usare alimenti unicamente integrali, non trattati e prepararli con stoviglie di materiali naturali, per non contaminarli.

Secondo la dieta macrobiotica, tutti gli alimenti vengono suddivisi in due differenti gruppi:

  1. allo Yin appartengono tutti i cibi acidi come il latte, la frutta, lo yogurt, le spezie, il tè
  2. allo Yang Yang rientrano i cibi alcalini, ossia uova, sale, pesce, carne, ecc. ).

Un alimento spesso impiegato nelle ricette macrobiotiche, come anche molti altri cereali integrali, è il Farro. Povero di aminoacidi essenziali, è invece una buona fonte di vitamine e sali minerali. Contiene vitamine dei gruppi A, B, C, E oltre a calcio, fosforo, sodio, magnesio e potassio. È una buona fonte di proteine e ferro e contiene molta fibra. Il farro è ideale per preparare ottime insalate.

La sua proprietà principale, però, risiede nel contenuto di selenio e di acido fitico che contrastano l’azione dei radicali liberi. Ecco qualche ricetta:

Biscotti Vegani alle Noci Pecan

Questi deliziosi biscotti vengono preparati con lo sciroppo d’acero che donerà una dolcezza naturale e piena. Perfetti da gustare con una tazza calda di tè inglese.

Ingredienti per 20 biscotti: (con dosi americane)

Secchi:

  • 1 tazza di Farina di Farro
  • 1 tazza e 1/2 di Fiocchi di avena
  • 1 tazza di Noci pecan
  • 1 cucchiaino di cannella
  • Lievito in polvere
  • ¼ tsp di sale marino

Umidi:

  • 1/4 tazza Olio di cartamo
  • 1/4 tazza Sciroppo d’acero
  • 1/4 tazza Sciroppo di riso integrale
  • 1 tsp di Estratto di vaniglia

Preparazione

  1. Preriscaldare il forno a 180-200°
  2. Tostare leggermente le Noci Pecan in un forno
  3. Frullare insieme tutti gli ingredienti umidi
  4. In una ciotola separata sbattere insieme tutti gli ingredienti secchi
  5. Miscelare lentamente gli ingredienti secchi e quelli umidi assieme con una spatola di gomma
  6. Utilizzando un cucchiaio da gelato ( a palla), ricavare i biscotti
  7. Premere ogni pezzo di pasta con la mano per renderla piatta e circolare; adagiare poi sulla teglia da forno
  8. Cuocere il cookie per 20 a 30 minuti, o fino a quando il bordo dei biscotti sarà dorato

Minestra calda di Farro e Zafferano

Un piatto caldo, genuino e perfetto per la stagione fredda.

Ingredienti:

  • 200 gr di farro in chicchi perlato,
  • 150 gr di carote pulite e triturate
  • una cipolla triturata
  • 100 ml di panna di riso,
  • un cucchiaio di miso di riso Genmai,
  • un cucchiaio di olio d’oliva

Preparazione

  1. Tostate il farro in una pentola fonda per pochi minuti e versare poi dell’acqua bollente nella misura di due volte e mezza la quantità del farro
  2. Coprite e cuocete a fuoco basso, finché il farro sarà ben cotto e tenero
  3. In una casseruola d’acciaio, saltate il triturato di carote e cipolla in un cucchiaio d’olio d’oliva, dopo aver fatto rosolare un po’ versate acqua bollente e coprite, cuocete per 20 minuti circa
  4. A cottura ultimata, aggiungeteci la panna di riso e mescolate piano facendo leggermente restringere
  5. Unite lo zafferano naturale ed incorporate al farro cotto, avendo cura di renderlo ben cremoso e colorato girandolo bene
  6. Unire un cucchiaio di miso di riso Genmai sciogliendolo, servire caldo

Potrebbe interessarti anche