03 Agosto 2011 |

Come raggiungere l’orgasmo più velocemente

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Raggiungere l’orgasmo per una donna non è così garantito come per un uomo. Questo fenomeno dipende da moltissime cause che contribuiscono alla mancanza di un completo piacere femminile. Tra i motivi principali che bloccano il totale godimento di una donna, alcuni di essi ricoprono – secondo gli studi – una valenza fondamentale. Ecco quali sono

  1. Poca agilità e destrezza fisica
  2. Cattivo rapporto con il proprio corpo
  3. Vergogna nell’esprimere i propri desideri
  4. Posizioni sessuali sempre uguali
  • Al primo tipo di problema si può ovviare “facilmente” con un’attività fisica mirata, ovvero con gli esercizi di Kegel. Mai sentito parlarne? Ebbene, questi esercizi migliorano l’uso di alcuni muscoli implicati proprio nel rapporto sessuale e permettono di controllare il piacere, direzionandolo nel modo giusto e verso il raggiungimento dell’orgasmo.
  • Il secondo punto (noto purtroppo alla maggior parte delle donne) è la causa principale delle cattive “abitudini sessuali”. Quando una donna è, infatti, a disagio e non conosce bene la sua sessualità, difficilmente potrà avere un orgasmo. La stimolazione clitoridea, come quella vaginale, richiedono, infatti, la conoscenza del funzionamento degli organi implicati e la giusta “rilassatezza” nel saperli usare. Da una parte, è molto diffusa la preoccupazione, durante l’amplesso e i preliminari, di mostrarsi per ciò che si è. Dall’altra, poche donne riescono a capire come funziona davvero il proprio piacere poichè non riescono a rilassarsi completamente. In entrambi i casi (spesso strettamente legati tra loro) la soluzione è una sola: imparare prima ad amarsi. Ciò significa, sia autoerotismo, sia abbandonare i complessi e arrendersi al piacere. L’orgasmo, cioè, si raggiunge solo a patto di essere disposte a fare un po’ di acrobazie. Un buon metodo per avere un orgasmo vaginale è, per esempio, cambiare molte posizioni e, soprattutto essere pronte a far ciò, sentendo il proprio corpo e non soltanto per il piacere di lui. Iniziare con una posizione supina, lubrificare, farsi fare del sesso orale (anche come preliminare), sono azioni fondamentali se si vogliono stimolare bene clitoride e vagina.
  • Allo stesso modo, chiedere al partner di soddisfare i propri bisogni necessita della capacità di bloccare il suo piacere. Lui dovrebbe sapere esattamente cosa ci piace e come possiamo avere un orgasmo. Può trattarsi, per esempio, di fare l’amore con un ausilio di un piccolo sex toy, un gel stimolante, del sesso orale ben organizzato con tante simpatiche “delizie” da spalmare! Insomma, aspettare che sia lui a capire che cosa fare per regalarci un orgasmo, è una strategia che non ha mai funzionato. Inutile sperare che, prima o poi, funzioni.
  • La maggior parte delle coppie (non solo quelle di vecchia data) fa l’amore sempre nello stesso posto e nella stessa posizione. Il sesso richiede, invece, variabilità, fantasia, suspense e concentrazione. Tutto questo si può ottenere con piccole trasgressioni alla regola: avere rapporti in posti eccitanti come sedie, sedili ed elettrodomestici e, se non si è raggiunto l’orgasmo durante il rapporto, si può sempre chiedere una continuazione personalizzata… 
  • Un altro aspetto psicologico importante riguarda il potere dei ruoli. Reggere le redini della partita, a quanto pare, è fondamentale nell’eccitazione femminile. Lo sapevate, per esempio, che riuscire a dominare un uomo tenendogli bloccata una mano dietro la schiena, può essere eccitante fino all’orgasmo? Allo stesso modo, anche permettergli di fare altrettanto, può essere davvero stimolate: è soltanto questione di gusti!
  • Molte donne hanno fantasie sessuali personalissime con le quali si eccitano molto. I sessuologi consigliano spesso alla donna che non riesce a rilassarsi a tal punto da raggiungere l’orgasmo, di fantasticare senza alcun senso di colpa. D’altra parte lui non può certo leggere il pensiero! Giusto?

Potrebbe interessarti anche