18 Giugno 2019 |

Viaggio nella mente per scoprire che cosa significa amare davvero una persona e quali cambiamenti comporta

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Foto di John Hain da Pixabay

Per comprendere che cosa significa amare davvero una persona dobbiamo recarci in viaggio nei meandri della mente.

Infatti, è lì, seconda la psicologia moderna, che si trova il significato dell’amore.

La Scienza prova a spiegare l’amore vero

Contemporanei studi di neuroimaging (condotti con una particolare PET -Tomografia ad emissione di Positroni- che permette di studiare le aree del cervello funzionanti mentre ragioniamo, pensiamo o amiamo) condotti dagli psicologi americani Ortigue e colleghi, hanno scoperto che, sulla nostra corteccia cerebrale, si svolgono i seguenti fatti sull’amore:

  • Quando ci innamoriamo, attiviamo nel cervello ben 12 aree differenti
  • Quando guardiamo o pensiamo alla persona amata, queste aree rilasciano un cocktail di neurotrasmettitori cerebrali, tra cui l’ossitocina, la dopamina, la vasopressina e l’adrenalina (che sono anche quelle tipiche della felicità e dell’uso di sostanze psicotrope)
  • Bastano solo 20 centesimi di secondo per fa sì che, quando vediamo la persona amata per la prima volta, le sostanze chimiche che inducono euforia comincino ad agire sul cervello
  • Negli esperimenti di Risonanza Magnetica Funzionale con la PET, utilizzati per identificare le reti corticali associate all’amore passionale, si è visto che esse sono differenti da quelle che utilizziamo negli altri tipi di amore come ad esempio l’amore materno o l’amore incondizionato per chi soffre
  • L’amore riguarda tanto il cervello quanto il cuore perchè le sensazioni che avvertiamo possono farci sentire il cuore che batte all’impazzata o le famose farfalle nella pancia.

Quindi, tutto parte nel nostro cervello, questo è certo.

Ma basta questo a spiegare davvero l’amore, cioè quel sentimento che ci fa battere sì il cuore e che ci fa fare follie che non avremmo mai pensato, ma che anche ci fa cambiare la nostra vita sin nel profondo delle sue radici?

Evidentemente no.

Per spiegare il vero significato dell’amore, non bastano i cocktail di neurotrasmettitori e nemmeno l’attrazione sessuale che si scatena quando vediamo il nostro amato.

L’amore è: due particelle nella Fisica quantistica

Non basta nemmeno la fisica per la quale, secondo la teoria dell’entanglement quantistico, ipotizzato da Erwin Schrödinger nel 1935:

Se due particelle microscopiche interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo con una certa modalità, e poi vengono separate, non si possono più descrivere come due particelle distinte, ma in qualche modo condividono alcune proprietà.

Evidentemente, quando si ama una donna o quando si sceglie di amare davvero l’uomo della propria vita, ciò che viene messo in gioco è altro e, come dice la stesa dottoressa Stephanie Ortigue, a conclusione del citato studio sul Neuroimaging of Love:

Una cosa è l’innamoramento e un’altra cosa e l’amore che, per quanti studi si possano fare, resta sempre un grande mistero.

Vediamo di capirne di più.

Gli 8 sintomi dell’innamoramento

In questo caso, la psicologia dell’innamoramento non ha dubbi. Quando siamo innamorati:

  1. Proviamo euforia ed eccitazione
  2. I battiti cardiaci degli innamorati aumentano
  3. La postura diviene più rilassata
  4. La voce diventa più acuta e squillante
  5. Le pupille si dilatano
  6. Sentiamo le farfalle nello stomaco
  7. Proviamo desiderio sessuale
  8. Diventiamo più coraggiosi.

Ricapitolando: se state cercando di capire se siete innamorati basta che osserviate attentamente i sintomi che abbiamo appena descritto e saprete se il vostro cervello sta comportandosi in questo magico modo.

Invece, se state cercando di capire se amate davvero una donna o un uomo, ebbene, eccovi la risposta.

Che cosa significa amare davvero una persona

Affrontare i cambiamenti per amore

Amare davvero, Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

Se per innamorarsi basta un attimo (o 20 centesimi di secondo), per amare davvero a volte non è sufficiente una vita.

Con questo non si vuole certo dire che l’amore è vero solo se dura per sempre, ma, di sicuro, si può dire che l’amore vero è quello che dura e produce cambiamenti concreti nella nostra vita quotidiana e in quella della persona amata.

Amare davvero, cioè, significa cambiare insieme per potersi amare. Cambiare in meglio però.

Amare significa avere voglia di superare insieme qualsiasi ostacolo e avversità, pur di stare insieme alla persona amata.

Amare significa voler vedere chi si ama, felice.

Significa sentirsi bene ed essere radiosi.

Amare significa essere forti e diventarlo ancora di più insieme. Costruire un noi al posto di un me.

Amare davvero significa volere il bene dell’altro a costo di rinunciare a qualcosa di proprio.

Amare significa voler bene senza mai voler fare del male.

Amare significa dare fiducia ed essere affidabili.

L’amore che è un solo istante iniziale, diventa un istante che dura all’infinito. E sempre e solo per il tempo in cui dura.

Infatti, nella vita si possono amare molti uomini o molte donne, ma ogni volta, amare è qualcosa che fa crescere, che fa stare bene, che permette di guardare in una direzione nuova di miglioramento e di voglia di vivere.

L’Amore con la la A maiuscola non è solo un sentimento narcisistico ma si riferisce all’unico amore possibile, ovvero all’amore tra due persone che evolvono in un continuum, in un essere unico e speciale.

 

Quali cambiamenti fa fare l’amore

Sfide di coppia

Stare insieme nonostante le difficoltà, Photo by Joel Overbeck on Unsplash

L’amore vero è una realtà dinamica che cambia, si modifica e attraversa varie metamorfosi con il passare del tempo. E, mentre attraversa tantissimi processi, persiste, non muore mai e permette a due persone di stare insieme, di scontrarsi, di odiarsi e poi di nuovo amarsi.

A volte, l’amore fa venire voglia di creare una famiglia e avere dei figli (quelli sì che fanno fare dei cambiamenti), a volte di tenersi per mano. Spesso fa venire voglia di baciarsi o di fare l’amore, ma spesso anche di sostenersi nelle cadute. L’amore è aiuto reciproco e forte senso del sé allo stesso tempo.

Per amore si cambia e si cambia amando.

Cambiamenti: continua crescita personale e di coppia

In linea di massima, i cambiamenti che si fanno amando davvero sono quelli sani. Si matura, si diventa più solidali, si impara ad amare se stessi in modo equilibrato e senza mai perdersi nell’altro. Soprattutto, si diventa compassionevoli.

D’altra parte, amare davvero significa accettare i cambiamenti dell’altro: sia quelli fisici, sia quelli psichici.

L’amore non è una trappola o una prigione ma, come sappiamo bene può diventarlo. L’amore vero, però, è abnegazione nel bene e mai perdita del centro su se stessi o sulla creazione di valore positivo.

Così, per amore dell’altro, si può rischiare di perdere quello per se stessi.

A volte l’amore può rendere tristi e sconsolati.

Si può sentire l’esigenza di tornare alla propria solitudine fatta di libertà assoluta.

Si può detestare l’altro e si possono passare notti insonni a chiedersi perchè ci siamo voluti per forza innamorare?

Detto ciò, se si ama davvero, si accetta di cambiare molte cose, tra cui principalmente il proprio punto di vista.

Poi si cambiano le proprie abitudini.

Si va in bagno in due (e poi in tre, in quattro…).

Si accetta di condividere il proprio dolore con l’altro e viceversa. E gli si lascia lo spazio giusto nel lettone per farlo dormire. Viceversa, si dorme anche in un angolino.

E quando, a volte, non ci sono i soldi per fare tutto, si accetta di trascorrere le vacanze in casa, semplicemente amandosi.

Si resiste all’amore a distanza: anche questo significa amare davvero.

E si resiste gomito a gomito quando entrambi si deve star lì nello stesso spazio vitale.

Si cambia, accettando i suoi amici, la sua famiglia, le sue partite, le lunghe telefonate, lui che si mette in pantofole mentre tu ancora stiri, lui che ti aspetta da 35 minuti quando gli hai detto “scendo tra un secondo”.

Si cambia perché il cuore magari non ti batte più all’impazzata alla sua vista, ma quando pensi che potresti perderlo senti il cuore che si spezza. Quando sai che quella persona per te ci sarà sempre, e guai se non fosse così: potresti morire per lui.

L’amor – insomma – è ciò che move il sole e l’altre stelle, avrebbe detto Dante Alighieri nell’ultimo canto del Paradiso. Ed è lì che l’Amore sta: nel nostro personale Paradiso. Esattamente dov’è giusto che sia.

 

Fonte studi: Neuroimaging of Love: fMRI Meta-Analysis Evidence toward New Perspectives in Sexual Medicine. Stephanie Ortigue, Francesco Bianchi-Demicheli, Nisa Patel, Chris Frum and James W. Lewis.

Potrebbe interessarti anche