30 Giugno 2017 |

Voglio essere una persona normale e provare piacere

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Domanda

Gentile dottoressa,
Ho bisogno di capire cosa posso fare per una difficoltà che mi sta rendendo la vita sessuale molto difficile e poco soddisfacente. Sono anni che cerco di capire il perché e fisiologicamente non ho nessun problema ma nell’atto sessuale non riesco a provare belle sensazioni ma soprattutto dopo qualche minuto avverto fastidio e dolore perdendo completamente la libido. Pur essendo fisicamente molto attratta dal mio attuale partner sto avendo tutti questi problemi anche con lui..il che non rende la relazione tanto semplice. Si creano incomprensioni, discussioni e il mio disagio aumenta..soprattutto perché non riesco a venirne fuori. Ho bisogno di aiuto, ho bisogno di sapere che sono una persona normale, voglio sentirmi normale e capire cosa vuol dire viversi un rapporto con soddisfazione. Dell’argomento orgasmo conosco solo il significato, non ho mai avuto il piacere di viverlo e questo mi fa stare molto male.

Risposta

Buonasera Babi,
Lei soffre, da quanto racconta, di dispareunia e di anorgasmia. Non mi dà altre indicazioni riguardo la sua età e precedenti esperienze sessuali.
Se, come sembra, ha vent’anni, leggendo la sua firma, è molto giovane.
Dice di non avere problemi fisiologici, mi chiedo però se ha effettivamente fatto una visita col ginecologo per asserirlo.
Inoltre avere un disturbo sessuale non significa non essere normali, ma semplicemente avere una difficoltà, che col giusto approccio, può essere superata.
In particolar modo sarebbe utile capire che rapporto lei ha con se stessa, se pratica o ha mai praticato l’ autoerotismo e quale tipo di educazione ha ricevuto sul tema.
I fattori che la portano a non godere appieno della sua sessualità possono essere vari e, come lei sottolinea, non dipendono dalla relazione col suo partner.
Se lo ritenesse utile potrei darle alcune informazioni in consulenza via Skype, in modo che possa farle diverse domande che la possano aiutare maturare delle riflessioni e valutare meglio che percorso intraprendere.

Il fatto che lei abbia desiderio sessuale è comunque un fattore positivo, al fine di avere la giusta motivazione a risolvere questa difficoltà.

Spesso ci mettiamo in gioco per vivere meglio una relazione di coppia, nella sessualità, ma vivere bene la propria sessualità dovrebbe poter prescindere da questo; quando stiamo bene soli è naturale anche viversi bene anche con un partner.
Lo dico a lei ma ovviamente mi rivolgo a tutte le donne che soffrono di queste difficoltà, ma pensano di dovere o poter affrontare la cosa solo quando sono in coppia e non per sé stesse.

Cordialmente