25 Gennaio 2017 |

Semi di Chia e dieta

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Domanda

Salve avrei alcune domande:
– i semi di chia come semplice integratore vanno ridotti in polvere come i semi di lino ? o meglio consumarli interi? o precedentemente in ammollo?
– se sostituisco le capsule di aminoacidi (che acquistato in una farmacia specializzata e di fiducia) con la chia, può essere una alternativa? (mangio di tutto poco ma spesso, ma poca carne e pesce e zero uova perche pur essendo magra e sportiva produco colesterolo endogeno che però con alcuni accorgimenti ho abbassato quasi ai livelli normali. Al contempo non amo le proteine vegetali come la soia i fagioli ecc…e per questo assumo aminoacidi regolandomi con la quantità di proteine che assumo in giornata prendendo da 1 a 5 capsule prima o dopo avere praticato sport) quindi la chia potrebbe sostituire tali capsule di aminoacidi? Pratico sport 1 ora e mezzo al giorno, mezzora di camminata veloce, mezzora di corsa e mezzora di stretching e pesi …cosa ne pensa? Nuoce ai reni? Se assumo carne o pesce in quel giorno dimezzo la dose?
– la chia è alternativa ai semi di lino o abbinabile ai fini della regolazione dei livelli di colestrolo ? cordiali saluti
TOBI

Risposta

I semi di chia si possono assumere, tranquillamente, interi senza dover metterli in ammollo o macinarli. Non sono a favore dell’assunzione di aminoacidi sotto forma di integratori o di una dieta ricca di proteine animali dato che la comunità scientifica e la letteratura confermano che aumentano il rischio di varie patologie. I semi di chia contengono 4g di proteine per 28 g quindi non sono un valido sostituto degli integratori che lei assume. Inoltre contengono un buon apporto di omega 3, noti per le loro proprietà cardioprotettive ma se il resto della dieta è ricca di grassi di derivazione animale non possono aiutare nella riduzione del colesterolo e non possono ridurre il rischio delle malattie cardiovascolari.