30 Giugno 2017 |

Bambino che non mangia

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Domanda

Buongiorno,
Sono una mamma sufficientemente disperata, per parafrasare Winnicott. Ho un bambino di quasi 11 mesi che non mangia nulla. Come dice Piermarini, “ho fatto l’errore di ricadere nei vecchi schemi e rovinare tutto”, visto che dopo mesi di “autosvezzamento” non mangiava quasi nulla. So che la responsabilità è mia e vivo di sensi di colpa, anche a causa delle mie due ultime settimane di tentativi fra il nervoso e il disperato, da mamma sola e senza una guida. Guardando indietro, forse qualche minimo passo in avanti lo stava facendo, ma non ho rispettato i suoi tempi. Adesso non ha fiducia in me e rifiuta subito il cibo. C’è modo di rimediare o avrà problemi col cibo per sempre?

Grazie

Un caro saluto

 

Risposta

Cara mamma sufficientemente disperata Il primo problema da risolvere è liberarsi dal senso di colpa. Ci sono bambini che mangia o per sopravvivere e non è colpa di nessuno. Se mangia poco per lei ci sono due possibilità: ridurre le sue aspettative sui quanto deve mangiare o insistere. Se insiste sui crea un alterato rapporto con il cibo per cui la risposta giusta è la prima. Se sua figlia sta bene, cresce, è vivace, il pediatra la trova in salute accetti la sua bimba per come è e riguardo al cibo aspetti che sia lei a richiedere e butti l’ansia e lo stress nella pattumiera di casa. Non può aver creato alcun danno ma non insista. Le tecniche che le consiglio sono “osservare senza reagire” : prepari da mangiare come consiglia Piermarini e lasci che decida lei senza forzare e anche se digiuna cerchi di ignorare e di sorridere. L’altra è la “congiura del silenzio”: non si parla di cibo davanti alla bambina e neanche tra voi. E ora buon…digiuno e via l’ansia e lo stress a tavola e anche fuori da tavola e usi , come vedi sa usare, un pò di ironia

Alberto Ferrando